Apri il menu principale

Di sdegnoso furor tutto ripieno

Elena Virginia Balletti

D Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Di sdegnoso furor tutto ripieno Intestazione 17 giugno 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri


[p. 360 modifica]

ELENA RICCOBONI.


Di sdegnoso furor tutto ripieno
     Stavasi Amor dal mio dispregio offeso:
     Bramò vendetta, e per ferirmi il seno
     Sin’or più di un’aguato al cuor mi ha teso.
5Ma invano uscìa lo stral dall’arco teso,
     Che spuntato cadea sovra il terreno:
     L’Arcier vedendo il suo bersaglio illeso,
     Più fiero allor provò d’ira il veleno.
Tutto dispetto alfin spezzò quell’armi,
     10Indi togliendo ad Imeneo la face,
     Prese da quella il fuoco, onde avvamparmi.
Arrise all’opra il Nume; e fatto audace,
     Disse Amore, io potrò pur vendicarmi:
     Mi accese il crudo, e un tal ardor mi piace.