Della storia d'Italia dalle origini fino ai nostri giorni/Libro primo/1. I tirreni

1. I tirreni

../../Libro primo ../2. Gli iberici IncludiIntestazione 14 aprile 2018 100% Da definire

Libro primo Libro primo - 2. Gli iberici

[p. 21 modifica] 1. I tirreni. — Gli antichi, ed alcuni moderni, credettero i popoli primitivi nati sul suolo in varie parti della terra; ma le scienze fisiologiche, le filologiche e le storiche progredite non concedono tali origini moltiplici; ne ammettono una sola, dall’Asia media tra l’Indo e l’Eufrate, e da una famiglia cresciuta in tre schiatte, semiti, camiti e giapetici. — L’Europa, salve poche e piccole eccezioni, fu tutta de’ giapetici. I primi stanziativi furono, secondo tutte le apparenze, i iavani, iaoni, o ioni; i quali popolarono ciò che chiamiam Grecia e i paesi all’intorno, e diedero nome di Ionio al mare ulteriore. — I secondi furono probabilmente i tiraseni, tirseni, raseni o tirreni, i quali occuparono ciò che chiamiamo Italia, e diedero similmente il nome di Tirreno al mare ulteriore ad essi. Vennero dalla punta dell’Asia minore, dall’ultime falde del Tauro, da quelle regioni che si chiamaron poi Lidia; come risulta da tutte le tradizioni italiche, duranti a’ tempi ancora di Tacito. Dimorarono e dieder nomi in Tracia; stanziarono nella nostra penisola; e par che vi si dividessero in tre parti principali: i taurisci o montanari a settentrione, di qua e forse di lá del nuovo Tauro, cioè dell’Alpi nostre: i tusci od etrusci in mezzo: gli osci a mezzodí. E, fosser parte della medesima grande schiatta, o solamente compagni della medesima migrazione, par che insieme o poco appresso venissero i veneti, e stanziassero nei paesi detti poi Venezia ed Illiria. — Perchè poi da queste regioni si [p. 22 modifica]sparsero a settentrione molte genti, dette giá veneti, illirici, pannoni, sarmati, e poi tzechi, lechi e russi, ed ora comprese tutte sotto il nome di «slavi»; e perché, s’io non m’inganno, alcuni segni di consanguineitá rimangono tra le lingue slave ed italiche; perciò io crederei comune pure alle due schiatte l’origine tirasena. Ma è semplice congettura.