Apri il menu principale

Casto Pastore di più casta Agnella

Girolamo Gigli

C Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Casto Pastore di più casta Agnella Intestazione 5 maggio 2019 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Girolamo Gigli


[p. 201 modifica]

II1


Casto Pastore di più casta Agnella
     A pascer gigli tutto il dì la mena,
     E quando in Ciel appar l’Alba serena,
     A ber l’umor della più pura stella.
5Ma un dì volto a mirar la sua mammella,
     Che crede intatta, e pur conosce piena,
     Dubbio rimane, e poi del dubbio ha pena,
     E tra ’l senso e la Fede il cuor duella.
Alfin la Fè s’arrende, e cheto il piede
     10Ei lungi vuol portar; ma una divina
     Luce il trattiene, ed alla guardia ei riede.
E in rammentar la graziosa brina,
     Che a Gedeon piovve sul velo, ei crede
     Pura l’Agnella e al gran Mister s’inchina.


Note

  1. S. Giuseppe pensa abbandonar la Sposa gravida senza saper il Mistero.