Apri il menu principale

Ahi lasso!, ch'io credea trovar pietate

Cino da Pistoia

XIV secolo A Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu Sonetti Letteratura Ahi lasso!, ch’io credea trovar pietate Intestazione 13 luglio 2016 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime (Cino da Pistoia)


[p. 91 modifica]

     Ahi lasso!, ch’io credea trovar pietate,
Quando si fosse la mia donna accorta
Della gran pena che ’l mio cor sopporta;
Et io trovo disdegno e crudeltate
     5E guerra forte in luogo d’umiltate,
Sì ch’io m’accuso già persona morta;
Ch’io veggio che mi sfida e disconforta
Quel che dar mi dovrebbe sicurtate.
     Però parla un pensier, che mi rampogna
10Com’io più viva, non sperando mai
Che tra lei e pietà pace si pogna:
     Onde morir pur mi conviene omai;
E posso dir che mal vidi Bologna
Ma più la bella donna ch’io guardai.