Trattato completo di agricoltura - Volume I/Botanica agricola/9

Del frutto

../8 ../10 IncludiIntestazione 21 dicembre 2014 75% Da definire

Botanica agricola - 8 Botanica agricola - 10
[p. 47 modifica]

del frutto.

§ 34. L’ovario che si sviluppa, pel contemporaneo svilupparsi ed ingrossasi dei grani, sino a che i grani siano perfetti, 36. Frutto di fava tagliato trasversalmente. — e Epicarpo.— m Mesocarpo. n Endocarpo. — g Seme. — sv, sd Suture del pericarpo.cioè tali da poter propagare la specie, costituiscono il frutto, ultimo e supremo scopo della vita vegetale. Il frutto è composto da due parti; dal pericarpo, e dal grano o seme.

§ 35. Il pericarpo è formato dalle pareti dell’ovario, aumentate di volume e che rinchiudono i grani o semi. Esso può dividersi in tre strati o membrane, uno esterno detto epicarpo, l'altro interno detto endocarpo, e d’uno intermedio, ordinariamente più o meno polposo detto mesocarpo (fig. 36). [p. 48 modifica]Queste tre membrane in alcuni frutti sono tra loro riunite, quasi coriacee, come nel fagiuolo, nel cece, nel pisello, ecc. (fìg. 37); talvolta il mesocarpo, ossia quella di mezzo, è grossa e carnosa, come nelle pere, poma, meloni, ecc. (fig. 38); la terza, che è quella che sta più vicina al seme, talvolta è dura e d’una consistenza ossea, come nelle noci, nel pesco, nel mandorlo (fig. 39 e 40). 37. Pisello. — p Pericarpo coriaceo. — g Semi. — f Punto d’attacco del seme, sv, sd suture.
40. Frutto di corniolo. — g Semi. — s Epicarpo. — l Endocarpo. — n mesocarpo.
[p. 49 modifica]

§ 36. Il seme, od ovulo fecondato (figa 41 e 43), resta aderente al pericarpo per un punto detto ombelico che, per mezzo di un’appendice più o meno lunga detta funicolo, comunica col mesocarpo o parte vascolare del pericarpo. Questa è la parte più perfetta del frutto, quella cioè che è atta a riprodurre la stessa pianta, quando sia posta nelle circostanze favorevoli. Il seme è pure coperto da una pellicola detta episperma, che il più delle volte si stacca facilmente come nel seme del meliaco, del pesco, ecc.; e del mandorlo o parte polposa, che è il vero seme giunto a maturità, e che forma la massa cotiledonare (fig. 43).42. Un seme isolato. — f Funicolo. — c Episperma.— m Seme. — r Embrione.
43. Un seme dicotiledone aperto. — t Episperma. — p Mandorlo o Seme — c Embrione. — h f Funicolo.
L’embrione è quella porzione già organizzata, rinchiusa nel mandorlo, che costituisce il rudimento della nuova pianta, e che abbiamo già veduto essere composta dalla radicetta e dalla piumetta munita dalla sua piccola gemma per la quale s’allunga lo stelo.