Apri il menu principale

Storia della rivoluzione piemontese del 1821 (Santarosa)/Ordine del giorno 1 aprile 1821 (Santarosa)

Santorre di Santa Rosa

Ordine del giorno 1 aprile 1821 ../Proclama 25 marzo 1821 (Giunta Provvisoria) ../Decreto 23 marzo 1821 (Giunta Provvisoria) IncludiIntestazione 7 gennaio 2012 100% Storia

Proclama 25 marzo 1821 (Giunta Provvisoria) Decreto 23 marzo 1821 (Giunta Provvisoria)
[p. 275 modifica]

Documento U, pag. 101.



ORDINE DEL GIORNO

Indirizzato in lingua francese alla brigata Savoja al suo partirsi da Torino dal conte Santorre di Santarosa.

Soldati della brigata di Savoja, voi ve n’andate alla cara patria vostra, ma pensate che dovete ritornarne bentosto congiunti ai vostri bravi compagni d’arme dei contingenti provinciali. Soldati! voi siete il più antico [p. 276 modifica]reggimento dell’esercito, e voi ne sarete sempre l’esempio nei giorni delle battaglie. I nostri pericoli son pure i vostri: chè se la diversità della lingua e degli usi sembrano separarci, noi combattiamo tuttavia da otto secoli sotto gli stessi stendardi, e noi abbiamo illustrato insieme le balze delle nostre Alpi per fondare ed ampliare la potenza di quella nobile stirpe che nacque fra voi.

Nel rientrare in Savoja conoscerete i voti delle vostre famiglie, sentirete il grido universale di tutti gli uomini dabbene, mossi da un giusto desiderio di quelle instituzioni che nel temperare l’assoluto potere dei re assicurino la felicità dei popoli. Se i vostri concittadini vi domandano nuove di noi, dite loro essere pur troppo vero che l’esercito piemontese è diviso in due campi, l’uno dei quali in Novara, l’altro in Alessandria; ma dite loro altresì che la sacra necessità di difendere la patria li ricongiungerà fra breve, e giurate in nome nostro che un Piemontese non giungerà mai a tanto d’errore di far ala allo straniero che tentasse d’invadere la patria.

Savoiardi, addio. I Piemontesi vi amano, vi stimano e vi aspettano.

Torino, 1° aprile 1821.