Canti (Leopardi - Donati)/XXXV. Imitazione: differenze tra le versioni

m
Intestazione
m (Robot: Automated text replacement (-Category +Categoria))
m (Intestazione)
{{opera
<small><[[|NomeCognome=Giacomo Leopardi]]</small>
[[Categoria:Testi|Imitazione]]
|TitoloOpera=Imitazione
----
|NomePaginaOpera=Imitazione
|AnnoPubblicazione=
|TitoloSezione=
}}
 
Lungi dal propio ramo,
 
Lungi dal propio ramo,<br>
Povera foglia frale,<br>
Dove vai tu? Dal faggio<br>
Là dov'io nacqui, mi divise il vento.<br>
Esso, tornando, a volo<br>
Dal bosco alla campagna,<br>
Dalla valle mi porta alla montagna.<br>
Seco perpetuamente<br>
Vo pellegrina, e tutto l'altro ignoro.<br>
Vo dove ogni altra cosa,<br>
Dove naturalmente<br>
Va la foglia di rosa,<br>
E la foglia d'alloro.
 
Dove vai tu? Dal faggio
 
[[Categoria:Testi|ImitazionePoesie]]
Là dov'io nacqui, mi divise il vento.
 
Esso, tornando, a volo
 
Dal bosco alla campagna,
 
Dalla valle mi porta alla montagna.
 
Seco perpetuamente
 
Vo pellegrina, e tutto l'altro ignoro.
 
Vo dove ogni altra cosa,
 
Dove naturalmente
 
Va la foglia di rosa,
 
E la foglia d'alloro.
45 760

contributi