Differenze tra le versioni di "Pagina:Storia della letteratura italiana I.djvu/297"

nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 4: Riga 4:
 
<span class="SAL">297,3,Alex brollo</span><section end=s1/>
 
<span class="SAL">297,3,Alex brollo</span><section end=s1/>
 
----
 
----
<section begin=s2/>IX.
+
<section begin=s2/>{{Centrato}}{{larger|IX.}}
   
IL DECAMERONE
+
{{larger|IL DECAMERONE}}</div>
   
 
Se ora apri il ''{{TestoCitato|Decameron|Decamerone}}'', letta appena la prima novella, gli è come un cascar dalle nuvole e un domandarti col {{AutoreCitato|Petrarca}}: «Qui come venn’io o quando?». Non è una evoluzione, ma è una catastrofe, o una rivoluzione, che da un dì all’altro ti presenta il mondo mutato. Qui trovi il medio evo non solo negato, ma canzonato.
 
Se ora apri il ''{{TestoCitato|Decameron|Decamerone}}'', letta appena la prima novella, gli è come un cascar dalle nuvole e un domandarti col {{AutoreCitato|Petrarca}}: «Qui come venn’io o quando?». Non è una evoluzione, ma è una catastrofe, o una rivoluzione, che da un dì all’altro ti presenta il mondo mutato. Qui trovi il medio evo non solo negato, ma canzonato.