Andrea Doria/L'Uomo/1: differenze tra le versioni

m
Bot: creazione area dati
(Correzione pagina via bot)
m (Bot: creazione area dati)
{{Conteggio pagine|[[Speciale:Statistiche]]}}<!-- Area dati: non modificare da qui: --><onlyinclude><div style="display:none"><section begin="sottotitolo"/>[[Andrea Doria/L'Uomo
{{Qualità|avz=75%|data=10 aprile 2008|arg=Biografie}}{{IncludiIntestazione|sottotitolo=[[Andrea Doria/L'Uomo|L'Uomo]]<br />Capitolo 1|prec=../|succ=../2}}
|L'Uomo]]<br />Capitolo 1<section end="sottotitolo"/>
<section begin="prec"/>../<section end="prec"/>
<section begin="succ"/>../2<section end="succ"/>
<section begin="nome template"/>IncludiIntestazione<section end="nome template"/>
<section begin="data"/>10 aprile 2008<section end="data"/>
<section begin="avz"/>75%<section end="avz"/>
<section begin="arg"/>Biografie<section end="arg"/>
</div></onlyinclude><!-- a qui -->{{Qualità|avz=75%|data=10 aprile 2008|arg=Biografie}}{{IncludiIntestazione|sottotitolo=[[Andrea Doria/L'Uomo|L'Uomo]]<br />Capitolo 1|prec=../|succ=../2}}
 
MONSIGNOR Agostino Giustiniani, negli Annali della Repubblica di Genova annota con soddisfazione gli alti e continui riconoscimenti che gli Imperatori di Costantinopoli sempre diedero a Genova per la sua attività nel vicino Oriente. La Repubblica di Genova che, come quella di Venezia, aveva dalle Crociate ritratto il maggior vantaggio economico, costituendo in quella plaga fiorentissime colonie, ebbe in dono dagli Imperatori fondachi, chiese, contrade, e oggetti tuttora preziosi. Di tale situazione di privilegio in Oriente, largamente beneficiavano tutti i cittadini genovesi, che avevano trovato un campo sicuro per la loro ben nota attività e per le loro speciali capacità.
345 235

contributi