Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
{{Qualità|avz=75%|data=20 dicembre 2008|arg=Saggi}}
{{IncludiIntestazione|sottotitolo=Capitolo sesto|prec=../Capitolo V|succ=../Capitolo VII}}
 
[[en:The Prince (Hill Thomson)/Chapter VI]]
[[es:El Príncipe: Capítulo VI]]
[[fr:Le Prince - Chapitre 6]]
 
==__MATCH__:[[Pagina:Il Principe.djvu/30]]==
 
<div align="center">
 
A sí alti esempli io voglio aggiugnere uno esemplo minore; ma bene arà qualche proporzione con quelli, e voglio mi basti per tutti li altri simili: e questo è Ierone Siracusano. Costui di privato diventò principe di Siracusa; né ancora lui conobbe altro dalla fortuna che la occasione: perché, sendo e Siracusani oppressi, lo elessono per loro capitano; donde meritò d’essere fatto loro principe. E fu di tanta virtù, etiam in privata fortuna, che chi ne scrive, dice «quod nihil illi deerat ad regnandum praeter regnum». Costui spense la milizia vecchia, ordinò della nuova, lasciò le amicizie antiche, prese delle nuove; e come ebbe amicizie e soldati che fussino suoi, possé in su tale fondamento edificare ogni edifizio: tanto che lui durò assai fatica in acquistare, e poca in mantenere.
 
 
[[en:The Prince (Hill Thomson)/Chapter VI]]
[[es:El Príncipe: Capítulo VI]]
[[fr:Le Prince - Chapitre 6]]
1 608

contributi