Storia segreta/Capo XXIV: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Correzione via bot)
Nessun oggetto della modifica
{{Qualità|avz=75%|data=15 agosto 2010|arg=Da definire}}{{IncludiIntestazione|sottotitolo=LIBRO I - CAPITOLO XXIV|prec=../23|succ=../25}}
{{Conteggio pagine|[[Speciale:Statistiche]]}}
==__MATCH__:[[Pagina:Opere di Procopio di Cesarea, Tomo I.djvu/192]]==
''Stato de’possidenti di terre. Esenzioni di tributi praticate dagli antecedenti Imperadori. Nissuna ne accorda Giustiniano salvo che per un anno solo alle città prese dai nemici. Suoi decreti di annona, d’ imposta, di descrizione. Angherie usate per gli alloggiamenti dei soldati in tempo di pace Simile angheria sofferta dagli abitanti di Costantinopoli in occasione di una moltitudine di Barbari recatisi in quella capitale.''
 
 
Ma come il discorso é caduto sugli alloggiamenti, non é da tacere che in Costantinopoli si diede qualche volta il caso di avere settanta mila Barbari, che i cittadini furono obbligati a ricevere nelle loro case, non ridotti con ciò solamente al disagio di trovarsi senza i comodi domestici, ma da altre difficoltà ancora travagliati.
 
{{Sezione note}}
{{Conteggio pagine|[[Speciale:Statistiche]]}}
3 923

contributi