Canti (Leopardi - Donati)/XXI. A Silvia: differenze tra le versioni

Correzione pagina via bot
m (Conversione intestazione / correzione capitolo by Alebot)
(Correzione pagina via bot)
{{Qualità|avz=100%|data=11 ottobre 2006|arg=poesie}}{{Nota disambigua|A Silvia}}
{{IncludiIntestazione|sottotitolo=XXI<br />A Silvia|prec=../Il risorgimento|succ=../Le ricordanze}}
 
{{capitolo
|CapitoloPrecedente=XX - Il risorgimento
|NomePaginaCapitoloPrecedente=../Il risorgimento
|CapitoloSuccessivo=XXII - Le ricordanze
|NomePaginaCapitoloSuccessivo=../Le ricordanze
}}
<poem>
Silvia, rimembri ancora
Stanze, e le vie dintorno,
Al tuo perpetuo canto,
{{R|10}}Allor che all'opreall’opre femminili intenta
Sedevi, assai contenta
Di quel vago avvenir che in mente avevi.
Ove il tempo mio primo
E di me si spendea la miglior parte,
D'inD’in su i veroni del paterno ostello
{{R|20}}Porgea gli orecchi al suon della tua voce,
Ed alla man veloce
{{R|25}}E quinci il mar da lungi, e quindi il monte.
Lingua mortal non dice
Quel ch'ioch’io sentiva in seno.
 
Che pensieri soavi,
Inganni i figli tuoi?
 
{{R|40}}Tu pria che l'erbel’erbe inaridisse il verno,
Da chiuso morbo combattuta e vinta,
Perivi, o tenerella. E non vedevi
Or degli sguardi innamorati e schivi;
Né teco le compagne ai dì festivi
Ragionavan d'amored’amore.
 
Anche peria fra poco
La giovanezza. Ahi come,
Come passata sei,
Cara compagna dell'etàdell’età mia nova,
{{R|55}}Mia lacrimata speme!
Questo è quel mondo? questi
I diletti, l'amorl’amor, l'oprel’opre, gli eventi
Onde cotanto ragionammo insieme?
Questa la sorte dell'umanedell’umane genti?
{{R|60}}All'apparirAll’apparir del vero
Tu, misera, cadesti: e con la mano
La fredda morte ed una tomba ignuda
</poem>
 
 
{{capitolo
|CapitoloPrecedente=XX - Il risorgimento
|NomePaginaCapitoloPrecedente=../Il risorgimento
|CapitoloSuccessivo=XXII - Le ricordanze
|NomePaginaCapitoloSuccessivo=../Le ricordanze
}}
 
[[ru:К Сильвии (Леопарди/Гумилёв)]]
362 077

contributi