Differenze tra le versioni di "Poemetti (Rapisardi)/L'impenitente XXII"

Porto il SAL a SAL 75%
(Aggiunta template qualità indeterminata)
(Porto il SAL a SAL 75%)
{{Qualità|avz=indeterminato75%|data=2719 lugliosettembre 2010|arg=Da definire}}{{IncludiIntestazione|sottotitolo=L'impenitente XXII|prec=../L'impenitente XXI|succ=../Nel triste asilo I}}
<poem>
Ascenderò dei secoli la vetta;
De la Giustizia agiterò la face;
E con la fronte al vasto azzurro eretta,
{{R|4}}Alla terra ed al mar griderò: Pace !
 
Al grido mio si scoterà l’inetta
Ciurma (in pasto serbata al dio rapace)
Che libertà da’ suoi tiranni aspetta,
{{R|8}}E folta, in armi, al cenno lor soggiace,
 
Sonerà nel mio grido al suo commisto
L’impreeazion dei popoli traditi,
{{R|11}}L’onta e il rimorso dei pugnaci padri ;
 
Soneran l’ansie, i gemiti infiniti
Di tutti i figli, di tutte le madri,
{{R|14}}E il tuo sospiro, il tuo perdóno, o Cristo!
</poem>
{{Conteggio pagine|[[Speciale:Statistiche]]}}