Differenze tra le versioni di "Rime (Guittone d'Arezzo)/Dica, o dir faccia, a lei che sormaggio ène"

Correzione pagina via bot
(Assegno l'opera al Progetto Duecento via bot)
(Correzione pagina via bot)
<poem>
Dica, o dir faccia, a lei che sormaggio ène,
che 'l’l sembiante benevol e pietoso,
che 'l’l piacente piacer che 'n’n viso tene,
{{R|4}}e 'l’l gran bellor del suo stato amoroso,
e 'l’l pregio fin, ch'alch’al suo valor convene,
e 'l’l dire e 'l’l far di lei sì agrazioso,
e tutto ciò che donna ave de bene,
{{R|8}}che 'n’n lei trova om che di natura è uso,
la fa piacer sì dolzemente, ch'elloch’ello
è lei coralmente fedel, quanto
{{R|11}}è sol per ubidir ciò che l'èl’è bello;
e che merto di ciò vole sol tanto,
che lei piaccia che suo, senza robello,
362 077

contributi