Apri il menu principale

Modifiche

Aggiornamento tl qualità via bot
{{Qualità|avz=indeterminato75%|data=2731 luglio 2010|arg=Da definirePoesie}}{{IncludiIntestazione|sottotitolo=Allor, che oppressa dal gravoso incarco|prec=../Da poi che il mio bel sol s'è fatto duce|succ=../Bacio l'arco, e lo strale, e bacio il nodo}}
<poem>
 
Allor, che oppressa dal gravoso incarco ,
Cader sotto il mio giogo alto e possente;
Credevi tu quell'orgogliosaquell’orgogliosa mente
Mantener sempre d'ognid’ogni affetto priva?
 
{{R|5}}Sotto qual clima, in qual'estraniaqual’estrania riva
Alma si trova, ch'ilch’il mio ardor non sente?
Arser gli Dei, non che la mortal gente,
Alla mia face eternamente viva.
E tu sola pensasti andar disciolta?
{{R|10}}Or mira: preparata è la catena,
Il giogo, e i lacci, onde fia l'almal’alma involta.
 
Cosi parlommi Amore, e la serena
362 077

contributi