Differenze tra le versioni di "Pagina:Sotto il velame.djvu/448"

nessun oggetto della modifica
 
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
colui che condusse poetando Enea stesso agli inferi,<ref>Condurre poetando: espr. di Dante; {{TestoCitato|}}</ref> (i) Dante e pur Dante e cristiano. E cristiano
+
colui che condusse poetando Enea stesso agli inferi,<ref>Condurre poetando: espr. di Dante; {{TestoCitato|Divina Commedia/Purgatorio/Canto XXII#87|Purg. XX 88}} seg.</ref> Dante è pur Dante e cristiano. E cristiano è necessariamente il suo inferno, e sotto il nome di Dite si legge quello di Lucifero, e sotto quel di Gerione si travede quello del Serpente, e nell'età dell'oro si ravvisa il primitivo stato d'innocenza, e nella fessura del Veglio il peccato originale, e presso
  +
le quattro virtù sono i sette spiriti dei condotti da Dio, e le tre disposizioni si risolvono in sette peccati; nei sette peccati, per quelli che ho persuasi, in sette peccati, per quelli che non m'hanno creduto e non mi credono. Sette e non più.
e necessariamente il suo inferno, e sotto il nome
 
di Dite si legge quello di Lucifero, e sotto quel di
 
Gerione si travede quello del Serpente, e nell'eta
 
dell'oro si rawisa il primitivo stato d'innocenza, e
 
nella fessura del Veglio il peccato originate, e presso
 
le quattro virtu sono i sette spiriti dei condotti da
 
Dio, e le tre disposizioni si risolvono in sette pec-
 
cati; nei sette peccati, per quelli che ho persuasi,
 
in sette peccati, per quelli che non m' hanno creduto
 
e non mi credono. Sette e non piu. .
 
(i) Condurre poetando: espr. di Dante; Purg. XXII 88 seg.
 
Utente anonimo