Differenze tra le versioni di "Pagina:Sotto il velame.djvu/135"

nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 12: Riga 12:
 
 
 
Fu a Dante impedimento la selva selvaggia e aspra e forte, e nella quale, a detta di Beatrice, egli pareva trovare, a ogni momento, fosse e catene.<ref>{{TestoCitato|Divina Commedia/Purgatorio/Canto XXXI#24|Purg. XXXI 25}}</ref>Paura in Dante fu della selva, sì che la si rinnovava al pensiero, e ch'ella solo dopo il ''passo'' fu queta. Le tre fiere impediscono il cammino e incutono paura. Impediva il cammino la lonza; il leone veniva contro lui; la lupa lo ripingeva. Avanti la lonza, si rivolse
 
Fu a Dante impedimento la selva selvaggia e aspra e forte, e nella quale, a detta di Beatrice, egli pareva trovare, a ogni momento, fosse e catene.<ref>{{TestoCitato|Divina Commedia/Purgatorio/Canto XXXI#24|Purg. XXXI 25}}</ref>Paura in Dante fu della selva, sì che la si rinnovava al pensiero, e ch'ella solo dopo il ''passo'' fu queta. Le tre fiere impediscono il cammino e incutono paura. Impediva il cammino la lonza; il leone veniva contro lui; la lupa lo ripingeva. Avanti la lonza, si rivolse
più volte per tornare; il leone gli diede paura; gravezza gli porse la lupa con la paura che usciva da lei<ref>{{TestoCitato|Divina Commedia/Inferno/Canto I|Inf. I}} ''passim''.</ref>. (2) Consimili, dunque, effetti sono della selva e
+
più volte per tornare; il leone gli diede paura; gravezza gli porse la lupa con la paura che usciva da lei<ref>{{TestoCitato|Divina Commedia/Inferno/Canto I|Inf. I}} ''passim''.</ref>. Consimili, dunque, effetti sono della selva e
<section end=2 />|
+
<section end=2 />
Utente anonimo