Pagina:La secchia rapita.djvu/183: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
m (Wikipedia python library)
 
Nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
<poem>
<poem>
<center>LA<br />
<center>LA
<big>SECCHIA RAPITA</big></center>
<big><big>SECCHIA RAPITA</big></big>
CANTO DECIMO.
___________________________
''ARGOMENTO.''</center>


''A Napoli sen va la Dea d’Amore,''
<br /><br />
''E ’l principe Manfredi a l’armi accende.''

<center>ARGOMENTO.</center>

''A Napoli se ’n va la Dea d’amore,''
''e ’l principe Manfredi a l’armi accende.''
''Al conte di Culagna infiamma il core''
''Al conte di Culagna infiamma il core''
''Renoppia, che di lui gioco si prende.''
''Renoppia che di lui gioco si prende.''
{{R|5}}''E d’uccider la moglie entra in umore''
{{R|5}}''E d’uccider la moglie entra in umore''
''con veleno, e stesso incauto offende.''
''Con veleno, e se stesso incauto offende.''
''Fugge la moglie al campo, e si procaccia''
''Fugge la moglie al campo, e si procaccia''
''d’amante, e fagli al fin le corna in faccia''
''D’amante, e fagli alfin le corna in faccia''


I.
I.
Il carro de la Notte era già fuora
Il carro de la Notte era già fuora
{{R|10}}del cerchio che divide Africa e Spagna,
{{R|10}}del cerchio che divide Affrica e Spagna;
e non dormiva e non posava ancora
e non dormiva e non posava ancora
il glorioso conte di Culagna.
il glorioso conte di Culagna.
255 966

contributi