Differenze tra le versioni di "In lotta con la nevrosi"

nessun oggetto della modifica
rumoroso
e senza pace.
</poem>
 
 
'''In treno, 21 maggio 1989'''
 
 
'''Mi sono vestito a festa'''
<poem>
Stamattina
ho provato
la pura gioia dei sentimenti,
mentre preparavo
ogni cosa per incontrare te.
Gioia di vederti,
gioia per l’affiorare di sentimenti
nuovi, belli,
un tempo repressi.
Mi sono vestito a festa
come bimbo
per la prima comunione.
Mi sono profumato.
Odoravo di primavera.
</poem>
 
 
'''Sei troppo semplice'''
<poem>
Spero di non averti
mai
fatto del male.
Non lo meriti.
Hai il cuore tenero
di bambina,
sei come pura acqua
che scende canterellando
a valle.
Mi piaci
per questo tuo cuore fanciullo.
Ti sfioro come corolla
al sole.
Non saprei pensare male di te.
Sei troppo semplice
e buona.
</poem>
 
 
'''Il mio futuro passa da te'''
<poem>
Sai che penso?
Guarirò a causa tua,
perché mi vuoi bene.
Man mano che ti vengo incontro
sento il mio corpo
rilassarsi,
liberarsi dalle paure.
Forse tu sei una strada
per me.
Forse il mio futuro passa da te.
Tu inghiotti il mio torbido;
volendomi bene,
tu ricuci le mie ferite.
</poem>
 
 
 
'''La voglia di vivere'''
<poem>
E’ bello sentire
che tu mi vuoi bene.
La mia vita distrutta
riprende il cammino.
Per vie segrete,
il tuo amore
distrugge il desiderio
di morte e distruzione,
mio compagno da anni.
Il tuo corpo
ebbro di gioia,
le tue risate che salgono
da fonte a me nascosta,
mi attaccano adosso
la voglia di vivere.
</poem>
 
 
'''Valsugana, 21 maggio 1989'''
 
'''Corri trenino'''
<poem>
Il cielo è azzurro,
nuvoloni vi giocano sopra.
Corri, corri
trenino,
lascia alle spalle
gli incubi, le paure,
il nonsenso, il vuoto.
Percorri veloce
le verdi vallate
cucite di allegri colori.
Porta i miei occhi con te,
avvolti di sole.
Ora vedono cose belle
e grandi.
</poem>
116

contributi