Differenze tra le versioni di "Pagina:La fine di un regno (Napoli e Sicilia) I.djvu/10"

m (BrolloBot ha spostato la pagina Pagina:La fine di un regno (Napoli e Sicilia).djvu/10 a Pagina:La fine di un regno (Napoli e Sicilia) I.djvu/10 senza lasciare redirect: Spostramento per modifica nome Indice)
 
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 75%
+
Pagine SAL 100%
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
''narrato sulla scorta delle ''Memorie'' di lui, le quali, come Ella sa, terminano al 1848.''
+
''narrato sulla scorta delle ''{{TestoAssente|Memorie}}'' di lui, le quali, come Ella sa, terminano al 1848.''
   
''Il {{Wl|Q521725|generale Filangieri}}, come tutti gli uomini che lasciano un’orma incancellabile del loro passaggio nel mondo, fu vittima di appassionati e severi giudizi per l’impresa di Sicilia, e per il suo breve governo, come primo ministro di Francesco II. Ma non si fu giusti con lui, r impresa di Sicilia non era simpatica, anzi fu odiosa per la parte liberale; ma risulta dai documenti, pubblicati per la prima volta in questi volumi, che egli la compì come un dovere militare e civile: dovere che intese altamente e gli costò non poche amarezze, obbligandolo a dimettersi e dandogli la coscienza chiarissima che, col sistema dei Borboni, la Sicilia presto o tardi sarebbe perduta per la Monarchia.''
+
''Il {{Wl|Q521725|generale Filangieri}}, come tutti gli uomini che lasciano un’orma incancellabile del loro passaggio nel mondo, fu vittima di appassionati e severi giudizi per l’impresa di Sicilia, e per il suo breve governo, come primo ministro di Francesco II. Ma non si fu giusti con lui. L’impresa di Sicilia non era simpatica, anzi fu odiosa per la parte liberale; ma risulta dai documenti, pubblicati per la prima volta in questi volumi, che egli la compì come un dovere militare e civile: dovere che intese altamente e gli costò non poche amarezze, obbligandolo a dimettersi e dandogli la coscienza chiarissima che, col sistema dei Borboni, la Sicilia presto o tardi sarebbe perduta per la Monarchia.''
   
 
''La sua opera nei quattro mesi che fu al Governo, dopo la''
 
''La sua opera nei quattro mesi che fu al Governo, dopo la''
94 742

contributi