Differenze tra le versioni di "Pagina:Gli sposi promessi I.djvu/145"

nessun oggetto della modifica
(Bot: modifica fittizia Pywikibot)
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
   
Fermo non fu tardo a lasciarsi vedere, <ref>e prese colle donne i concerti opportuni</ref> e concertò colle donne <ref>le operazioni </ref> la grande operazione della giornata, prevedendo ogni <ref>ostacolo </ref> contrattempo, parando ogni ostacolo, e ricominciando ad ogni tratto a descrivere la faccenda come si racconterebbe una cosa fatta. Appena partito Fermo, Agnese andò nella casa vicina a cercare un garzoncello suo nipote, chiedendolo ai parenti per quel giorno per fare un servizio. Quando l’ebbe ottenuto, lo introdusse nella sua cucina, gli diede da colazione, e gl’impose che ne andasse a Pescarenico, e si stesse un po’ in Chiesa, un po’ sulla piazza del convento, ma sempre in vicinanza, aspettando che il Padre Cristoforo lo venisse a chiamare. « 11 Padre Cristoforo, quel bel vecchio... tu sai... colla barba bianca: <ref>quel che accarezza sempre i ragazzi,</ref> quel che chiamano il santo...»
+
Fermo non fu tardo a lasciarsi vedere, <ref>e prese colle donne i concerti opportuni</ref> e concertò colle donne <ref>le operazioni </ref> la grande operazione della giornata, prevedendo ogni <ref>ostacolo </ref> contrattempo, parando ogni ostacolo, e ricominciando ad ogni tratto a descrivere la faccenda come si racconterebbe una cosa fatta. Appena partito Fermo, Agnese andò nella casa vicina a cercare un garzoncello suo nipote, chiedendolo ai parenti per quel giorno per fare un servizio. Quando l’ebbe ottenuto, lo introdusse nella sua cucina, gli diede da colazione, e gl’impose che ne andasse a Pescarenico, e si stesse un po’ in Chiesa, un po’ sulla piazza del convento, ma sempre in vicinanza, aspettando che il Padre Cristoforo lo venisse a chiamare. « Il Padre Cristoforo, quel bel vecchio... tu sai... colla barba bianca: <ref>quel che accarezza sempre i ragazzi,</ref> quel che chiamano il santo...»
   
 
«Ho capito,» disse Menico, «quel che accarezza sempre i ragazzi, e che dà spesso qualche immagine.»
 
«Ho capito,» disse Menico, «quel che accarezza sempre i ragazzi, e che dà spesso qualche immagine.»
Riga 12: Riga 12:
 
due belle ''parpugliole'' nuove sono per te.»
 
due belle ''parpugliole'' nuove sono per te.»
   
«Datemele ora, che ...»
+
«Datemele ora, che...»
   
 
«No no, tu le giuocheresti. Va’, e portati bene che avrai anche di più.»
 
«No no, tu le giuocheresti. Va’, e portati bene che avrai anche di più.»
   
 
Nel rimanente di quella lunga mattina, <ref>accaddero intan</ref> accaddero
 
Nel rimanente di quella lunga mattina, <ref>accaddero intan</ref> accaddero
alcune cose che posero in sospetto ed in agitazione l’animo già conturbato delle donne. Un mendico <ref>più [robusto] rubusto [e più | di più florido] e di più florido [aspetto] viso</ref> più robusto e men cencioso che non fossero per l’ordinario i suoi confratelli, <ref>e collo</ref> con qualche cosa di coperto e di sinistro nell’aspetto, entrò a domandare per Dio, gettando gli occhi qua e là come per ispiare. Quand’ebbe ricevuto un pezzo di pane, lo ripose con molta indifferenza lasciando <ref>quasi...</ref> come trasparire che <ref>non era venuto specialmente per conquistarlo,</ref> quello non era il suo fine principale. Si {{Pt|tratten-|}}
+
alcune cose che posero in sospetto ed in agitazione l’animo già conturbato delle donne. Un mendico <ref>più [robusto] rubusto [e più | di più florido] e di più florido [aspetto] viso</ref> più robusto e men cencioso che non fossero per l’ordinario i suoi confratelli, <ref>e collo</ref> con qualche cosa di coperto e di sinistro nell’aspetto, entrò a domandare per Dio, gettando gli occhi qua e là come per ispiare. Quand’ebbe ricevuto un pezzo di pane, lo ripose con molta indifferenza lasciando <ref>quasi...</ref> come trasparire che <ref>non era venuto specialmente per conquistarlo,</ref> quello non era il suo fine principale. Si {{Pt|tratten-|}}