Differenze tra le versioni di "Pagina:Gli sposi promessi I.djvu/143"

(Bot: modifica fittizia Pywikibot)
 
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 75%
+
Pagine SAL 100%
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
 
al convento onore e limosine. Non è quindi da stupirsi se
 
al convento onore e limosine. Non è quindi da stupirsi se
 
il guardiano si dilettasse nel vedersi davanti balordo quel
 
il guardiano si dilettasse nel vedersi davanti balordo quel
padre Cristoforo <ref>approfittasse della circostanza assaporando </ref>e gustasse! <ref>a sorso a sorso,</ref> a lenti sorsi l’umiliazione di lui, e il sentimento della propria autorità.
+
padre Cristoforo <ref>approfittasse della circostanza assaporando </ref>e gustasse <ref>a sorso a sorso,</ref> a lenti sorsi l’umiliazione di lui, e il sentimento della propria autorità.
   
 
«È questa l’ora,» <ref>[di rito] di </ref> diss’egli <ref>con</ref> gravemente, «di ritornare al convento?»
 
«È questa l’ora,» <ref>[di rito] di </ref> diss’egli <ref>con</ref> gravemente, «di ritornare al convento?»
Riga 7: Riga 7:
 
«Padre, confesso che dovrei esser rientrato da molto tempo.»
 
«Padre, confesso che dovrei esser rientrato da molto tempo.»
   
«E perché <ref>avete dunque </ref> vi siete dunque tanto indugiato? perché
+
«E perché <ref>avete dunque </ref> vi siete dunque tanto indugiato? perché avete violata una regola che conoscete cosi bene?»
avete violata una regola che conoscete cosi bene?»
 
   
 
«Fui trattenuto da un’opera di misericordia.»
 
«Fui trattenuto da un’opera di misericordia.»
   
Il guardiano sapeva che <ref>il pa</ref> il reo era incapace di mentire; e vide tosto che se avesse voluto andar più ricercando, avrebbe facimente fatto rivelare al padre Cristoforo cose che tornerebbero in suo onore: onde gli parve meglio fargli una ammonizione generale sul fallo <ref>[che era innegabile] egli aveva ricon </ref> di cui si era riconosciuto colpevole. Gli disse che preporre le opere volontarie di misericordia all’obbedienza era segno di orgoglio e di amore alla propria volontà: che non era bene quel bene che non è fatto secondo le regole: che bisogna prima fare il dovere e poi attendere alle opere di surerogazione: e <ref>alcune </ref> altre cose di questo genere. Aggiunse poi che egli, padre Cristoforo balordo, doveva conoscere di quanta importanza
+
Il guardiano sapeva che <ref>il pa</ref> il reo era incapace di mentire; e vide tosto che se avesse voluto andar più ricercando, avrebbe facimente fatto rivelare al padre Cristoforo cose che tornerebbero in suo onore: onde gli parve meglio fargli una ammonizione generale sul fallo <ref>[che era innegabile] egli aveva ricon </ref> di cui si era riconosciuto colpevole. Gli disse che preporre le opere volontarie di misericordia all’obbedienza era segno di orgoglio e di amore alla propria volontà: che non era bene quel bene che non è fatto secondo le regole: che bisogna prima fare il dovere e poi attendere alle opere di surerogazione: e <ref>alcune </ref> altre cose di questo genere. Aggiunse poi che egli, padre Cristoforo balordo, doveva conoscere di quanta importanza fosse la regola da lui infranta e per la disciplina e per evitare ogni scandalo; <ref>oltre </ref> ma che per l’età sua e per esser questo il primo suo fallo contro la regola, e perché si teneva certo che non v’era altro che la violazione della regola, si contentava per questa volta ch’egli prima di coricarsi recitasse un ''miserere'' colle braccia alzate: e cosi lo congedò e si <ref>pose sul</ref> gittò sul duro suo pagliaccio, più soddisfatto però che se si fosse <ref>coricato </ref> posto sul letto il più delicato, poiché non è da dire quanta <ref>gioja</ref> consolazione si senta nel far fare agli altri il loro dovere, e nel riprenderli quando se ne allontanano.
fosse la regola da lui infranta e per la disciplina e per evitare ogni scandalo; <ref>oltre </ref> ma che per l’età sua e per esser questo il primo suo fallo contro la regola, e perché si teneva certo che non v’era altro che la violazione della regola, si contentava per questa volta ch’egli prima di coricarsi recitasse un ''miserere'' colle braccia alzate: e cosi lo congedò e si <ref>pose sul</ref> gittò sul duro suo pagliaccio, più soddisfatto però che se si fosse <ref>coricato </ref> posto sul letto il più delicato, poiché non è da dire quanta <ref>gioja</ref> consolazione si senta nel far fare agli altri il loro dovere, e nel riprenderli quando se ne allontanano.
 
   
 
<ref>Il nostro padre Cristofo</ref> Questa fu la mercede che il nostro padre Cristoforo ebbe della sua giornata, spesa come abbiam detto. Tristo
 
<ref>Il nostro padre Cristofo</ref> Questa fu la mercede che il nostro padre Cristoforo ebbe della sua giornata, spesa come abbiam detto. Tristo
1 200

contributi