Differenze tra le versioni di "Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere/Parte seconda/Capitolo III"

m
nessun oggetto della modifica
m
{{Intestazione letteratura
| Nome e cognome dell'autore = Antonio Serra
| Titolo = Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere<br />Parte seconda
| Anno di pubblicazione = 1613
| Eventuale secondo anno di pubblicazione =
| Secolo di pubblicazione = XVII sec.secolo
| Il testo è una traduzione? =
| Lingua originale del testo =
| URL della versione cartacea a fronte =
}}
 
 
{{capitolo
|CapitoloPrecedente=Capitolo II - Se, essendo vera l'esperienza che dice, séquiti conclusione vera, che il cambio basso faccia abbondare e l'alto impoverire
|NomePaginaCapitoloSuccessivo=Breve trattato delle cause che possono far abbondare li regni d'oro e d'argento dove non sono miniere/Parte seconda/Capitolo IV
}}
 
 
Ancorché basti per il mio proposito quanto si è provato, che, essendo vera la conclusione ed esperienza, non saria vera la sua massima che l'altezza del cambio sia causa della penuria; con tutto ciò per maggior chiarezza, conforme ho promesso, se discorrerá se siano vere la conclusione ed esperienza. E, incomminciando dall'esperienza, la quale par che mova piú della ragione, tenendo piú del senso e quella dell'intelletto, dico che, se bene mi bastaria negare, per essere suo fondamento detto assunto; con tutto ciò mi contento pigliare il peso di provare il contrario.