Differenze tra le versioni di "Pagina:Le opere di Galileo Galilei II.djvu/234"

nessun oggetto della modifica
 
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
{{Pt|lari|solari}} e lunari. Ma nel formare e descrivere la sfera, a questa linea si aggiunge di qua e di là sei gradi di larghezza, formandosi un cerchio largo in guisa di una fascia, il quale tutto insieme viene addimandato zodiaco. E la causa, per la quale si figuri di tal larghezza, altra non è, se non acciò che sotto di esso siano comprese tutte le vie descritte dalli altri proprii moti di tutti i pianeti: i quali moti, osservati nell’istesso modo che quello del sole, si trovano farsi, non sotto la medesima via del sole precisamente, ma non molto da essa lontano; e perchè non s’osserva alcuno de i pianeti deviare dalla strada del sole, o verso mezzo giorno o verso tramontana, più di sei gradi, quindi è che, per comprendere tutti questi cerchi sotto un solo, s’è aggiunto alla ecchittica una larghezza di sei gradi per parte, formandone una fascia, la quale s’è dimandata ''zodiaco'', così detto da ''zodion, id est'' animale, perchè passa per alcune constellazioni denominate dalli undici animali: delle quali la prima vien detta Ariete, e le seguenti Tauro, Gemini, Cancro, Leone, Vergine, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci. Ma perchè tutta la lunghezza del zodiaco si divide in 12 parti, d’uno di questi animali se ne sono fatti due segni; e questo è lo Scorpione, la cui parte anteriore forma una costellazione chiamata Libra: ed in tal modo ciaschedun segno del zodiaco ha una propria costellazione. Ed essendo che il zodiaco sega l’equinoziale in due punti diametralmente opposti, sei segni del zodiaco rimangono dall’equinoziale verso ’l settentrione, e perciò sono detti ''settentrionali'', ed altri sei sono ''australi'', essendo dall’equinoziale verso austro. Sono li settentrionali Ariete, Tauro, Gemini, Cancro, Leone e Vergine: meridionali Libra, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci. E questi due punti, dove il zodiaco ed equinoziale s’intersegano, si dicono li due ''equinozii'', essendo che, quando il sole in essi si ritrova, causa a tutta la terra il giorno eguale alla notte. Di questi due equinozii, l’uno è detto ''della primavera'', ed è nel principio dell’Ariete, ciò è in quel segamento, per lo quale passa il sole quando da i segni australi passa alli settentrionali: l’altro segamento, per lo quale passa il sole quando di settentrionale diviene australe, si dimanda l’equinozio ''dell’autunno'', ed è nel principio della Libra.
+
{{Pt|lari|solari}} e lunari. Ma nel formare e descrivere la sfera, a questa linea si aggiunge di qua e di là sei gradi di larghezza, formandosi un cerchio largo in guisa di una fascia, il quale tutto insieme viene addimandato zodiaco. E la causa, per la quale si figuri di tal larghezza, altra non è, se non acciò che sotto di esso siano comprese tutte le vie descritte dalli altri proprii moti di tutti i pianeti: i quali moti, osservati nell’istesso modo che quello del sole, si trovano farsi, non sotto la medesima via del sole precisamente, ma non molto da essa lontano; e perchè non s’osserva alcuno de i pianeti deviare dalla strada del sole, o verso mezzo giorno o verso tramontana, più di sei gradi, quindi è che, per comprendere tutti questi cerchi sotto un solo, s’è aggiunto alla ecclittica una larghezza di sei gradi per parte, formandone una fascia, la quale s’è dimandata ''zodiaco'', così detto da ''zodion, id est'' animale, perchè passa per alcune constellazioni denominate dalli undici animali: delle quali la prima vien detta Ariete, e le seguenti Tauro, Gemini, Cancro, Leone, Vergine, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci. Ma perchè tutta la lunghezza del zodiaco si divide in 12 parti, d’uno di questi animali se ne sono fatti due segni; e questo è lo Scorpione, la cui parte anteriore forma una costellazione chiamata Libra: ed in tal modo ciaschedun segno del zodiaco ha una propria costellazione. Ed essendo che il zodiaco sega l’equinoziale in due punti diametralmente opposti, sei segni del zodiaco rimangono dall’equinoziale verso ’l settentrione, e perciò sono detti ''settentrionali'', ed altri sei sono ''australi'', essendo dall’equinoziale verso austro. Sono li settentrionali Ariete, Tauro, Gemini, Cancro, Leone e Vergine: meridionali Libra, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci. E questi due punti, dove il zodiaco ed equinoziale s’intersegano, si dicono li due ''equinozii'', essendo che, quando il sole in essi si ritrova, causa a tutta la terra il giorno eguale alla notte. Di questi due equinozii, l’uno è detto ''della primavera'', ed è nel principio dell’Ariete, ciò è in quel segamento, per lo quale passa il sole quando da i segni australi passa alli settentrionali: l’altro segamento, per lo quale passa il sole quando di settentrionale diviene australe, si dimanda l’equinozio ''dell’autunno'', ed è nel principio della Libra.
   
 
Sono due altri punti principali nel zodiaco: l’uno de’ quali è ’l{{Vp|
 
Sono due altri punti principali nel zodiaco: l’uno de’ quali è ’l{{Vp|
   
{{Type|f=0.9em|17{{Var|-|,}}27. ''Aquario'', a, m, r — 26. ''meridionali sono Libra'', a — 30-31. ''detto primavera'', c, a, m —}}}}
+
{{Type|f=0.9em|17{{Var|-|,}}27. ''Aquario'', a, m, r — 26. ''meridionali sono Libra'', a — 30-31. ''detto primavera'', c, a, m — }}}}