Differenze tra le versioni di "Pagina:Alfieri, Vittorio – Tragedie, Vol. I, 1946 – BEIC 1727075.djvu/12"

m
nessun oggetto della modifica
m
m
 
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 9: Riga 9:
 
<poem>:::Quid sit pulchrum, quid turpe, quid utile, quid non;</poem>
 
<poem>:::Quid sit pulchrum, quid turpe, quid utile, quid non;</poem>
   
 
{{indentatura|0|style=margin: 0.5em 0;}}pure si accingono, per nostra disgrazia, a comporre la tragedia. Pensano che quando hanno osservate le prescritte regole, han fatto tutto; e non si avveggono che sono pigmei, che pazzamente imprendono a maneggiare la clava d’Ercole: non riflettono che</div>
 
pure si accingono, per nostra disgrazia, a comporre la tragedia. Pensano che quando hanno osservate le prescritte regole, han fatto tutto; e non si avveggono che sono pigmei, che pazzamente imprendono a maneggiare la clava d’Ercole: non riflettono che
 
   
 
<poem>::::Non satis est dixisse: Ego mira poemata pango:</poem>
 
<poem>::::Non satis est dixisse: Ego mira poemata pango:</poem>
13 456

contributi