Differenze tra le versioni di "Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1922, XXI.djvu/449"

(Alex_brollo: split)
 
 
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 25%
+
Pagine SAL 75%
Intestazione (non inclusa):Intestazione (non inclusa):
Riga 1: Riga 1:
  +
{{RigaIntestazione||''CHI LA FA L'ASPETTA''|443|s=si}}
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
 
<nowiki/>
 
<nowiki/>
  +
{{Pt|{{Indentatura}}}}
 
 
{{sc|Tonina}}. Sior sì, deghe quel che ghe vien. {{Ids|(a Gasparo)}}
 
{{sc|Tonina}}. Sior sì, deghe quel che ghe vien. {{Ids|(a Gasparo)}}
   
 
{{sc|Gasparo}}. Ve digo che sè matto da ligar.
 
{{sc|Gasparo}}. Ve digo che sè matto da ligar.
   
{{sc|Oste}}. Come ? La me nega l’arzentaria ?
+
{{sc|Oste}}. Come? La me nega l’arzentaria?
   
 
{{sc|Gasparo}}. Mi no so quel che ve disè.
 
{{sc|Gasparo}}. Mi no so quel che ve disè.
   
{{sc|Oste}}. M’ ha dito i mi zoveni che i ha fatto logar tutto in t’una
+
{{sc|Oste}}. M’ha dito i mi zoveni che i ha fatto logar tutto in t’una credenza, che la credenza xe in tinello e la sarà quella là.
credenza, che la credenza xe in tinello e la sarà quella là.
 
   
 
{{sc|Gasparo}}. Sè matto, ve digo.
 
{{sc|Gasparo}}. Sè matto, ve digo.
   
{{sc|Tonina}}. Vardemo, vardemo. {{Ids|(coire alla credenza, apre, e si vede tutta)}}
+
{{sc|Tonina}}. Vardemo, vardemo. {{Ids|(corre alla credenza, apre, e si vede tutta la roba.)}}
la roba.
 
   
{{sc|Gasparo}}. Coss’è sta roba ? {{Ids|(resta attonito)}}
+
{{sc|Gasparo}}. Coss’è sta roba? {{Ids|(resta attonito)}}
   
{{sc|Oste}}. Putti, vegnì avanti. Portemo via la mia roba, {{Ids|(entrano i)}}
+
{{sc|Oste}}. Putti, vegnì avanti. Portemo via la mia roba. {{Ids|(entrano i Garzoni con delle ceste, mettono via tutto, e l' Oste va ad aiutare e ad incontrar le posate.)}}
Garzoni con delle ceste, mettono via tutto, e V Oste va ad aiutare
 
e ad incontrar le posate.
 
   
{{sc|Tonina}}. Cossa disela ? {{Ids|(a Gasparo)}}
+
{{sc|Tonina}}. Cossa disela? {{Ids|(a Gasparo)}}
   
 
{{sc|Gasparo}}. Son fora de mi.
 
{{sc|Gasparo}}. Son fora de mi.
   
{{sc|Tonina}}. Sior Bernardin ?
+
{{sc|Tonina}}. Sior Bernardin?
   
{{sc|Gasparo}}. Chi ghe xe sta ? El diavolo in casa mia ?
+
{{sc|Gasparo}}. Chi ghe xe sta? El diavolo in casa mia?
   
{{sc|Tonina}}. Oh sì el diavolo, gh’avè rason. Queste xe cosse che
+
{{sc|Tonina}}. Oh sì el diavolo, gh’avè rason. Queste xe cosse che altri ch’el diavolo no le fa far.
altri ch’el diavolo no le fa far.
 
   
 
{{sc|Gasparo}}. Vu sarè stada.
 
{{sc|Gasparo}}. Vu sarè stada.
   
{{sc|Tonina}}. Mi ? via mo, da bravo.
+
{{sc|Tonina}}. Mi? via mo, da bravo.
   
{{sc|Gasparo}}. Altri che vu no gh’aveva le chiave O, altri che vu no
+
{{sc|Gasparo}}. Altri che vu no gh’aveva le chiave<ref>Così nel testo dello Zatta: usasi ''chiave'' in dialetto anche per il plurale.
podeva vegnir.
+
</ref>, altri che vu no podeva vegnir.
   
{{sc|Tonina}}. Vardè, se sè fora de vu, se la passion ve orba, se no
+
{{sc|Tonina}}. Vardè, se sè fora de vu, se la passion ve orba, se no savè quel che ve disè? No v’arecordè, patron, che m’avè fatto lassar a casa la chiave del saggiaor? {{Ids|(con sdegno)}}
savè quel che ve disè ? No v’ arecordè, patron, che m’ ave
 
fatto lassar a casa la chiave del saggiaor? {{Ids|(con sdegno)}}
 
   
{{sc|Gasparo}}. (Xe vero : son fora de mi. Vele qua tutte do), {{Ids|(le)}}
+
{{sc|Gasparo}}. (Xe vero: son fora de mi. Vele qua tutte do). {{Ids|(le tira fuori)}} Ma adesso che vedo, questa no xe compagna de st’altra. Questa no xe della nostra porta. Sè vu che me l’ha scambiada. {{Ids|(a Tonina)}}
tira fuori) Ma adesso che vedo, questa no xe compagna de
 
st’ altra. Questa no xe della nostra porta. Sè vu che me l’ha
 
scambiada. {{Ids|(a Tonino)}}
 
   
{{sc|Tonina}}. Mi, ah ! mi, can ! mi, traditor ! a mi sta sorte de impu-
+
{{sc|Tonina}}. Mi, ah! mi, can! mi, traditor! a mi sta sorte de imputazion ! a una donna della mia sorte? Son tradia, son sassinada
 
; e anca m’ho da lassar strapazzar? Ah poveretta mi!
tazion ! a una donna della mia sorte ? Son tradia, son sassi-
 
nada ; e anca m’ ho da lassar strapazzar ? Ah poveretta mi !
 
(I) Q>sì nel testo dello Zatta : luaii cfiiaile in dialetto anche per il plurale.
 
{{Pt|</div>}}
 
Piè di pagina (non incluso)Piè di pagina (non incluso)
Riga 1: Riga 1:
  +
<div class="lower-alpha"><references group=lower-alpha /></div>
 
<references/></div>