Differenze tra le versioni di "Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1922, XXI.djvu/385"

nessun oggetto della modifica
Intestazione (non inclusa):Intestazione (non inclusa):
Riga 1: Riga 1:
  +
{{RigaIntestazione||CHI LA FA L'ASPETTI|379|s=si}}
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
  +
<includeonly>{{ts|teatro1}}</includeonly>
 
{{FI
 
{{FI
 
|file = Goldoni - Opere complete, Venezia 1922, XXI (page 385 crop).jpg
 
|file = Goldoni - Opere complete, Venezia 1922, XXI (page 385 crop).jpg
 
| width = 85%
 
| width = 85%
 
| float = center
 
| float = center
| caption = }}{{Indentatura}}
+
| caption = }}
{{Ct|f=300%|v=1|L=5px|ATTO PRIMO.}}
+
{{Ct|c=atto|ATTO PRIMO.}}
{{Ct|v=1|SCENA PRIMA.}}
+
{{Ct|c=scena|SCENA PRIMA.}}
Camera in casa di Bortolo. Un tavolino picciolo da lavoreire in mezzo la scena. Varie sedie sparse qua e là.
+
{{Ct|c=scena1|Camera in casa di Bortolo. Un tavolino picciolo da lavorare in mezzo la scena. Varie sedie sparse qua e là.}}
{{Ct|f=100%|v=1|L=0px|Cecilia e Lissandro.}}
+
{{Ct|c=personaggi|Cecilia e Lissandro.}}
 
{{sc|Cecilia}}. {{Ids|(Quardando degli orecchini ed altre cose da donna, di pietre false.)}}
 
{{sc|Cecilia}}. {{Ids|(Quardando degli orecchini ed altre cose da donna, di pietre false.)}}
   
Riga 18: Riga 19:
   
 
{{sc|Cecilia}}. De dia! (a) Ghe voi un facchin a portarle. No le porteria gnanca se i me le donasse. (a) Esclamazione, come se si dicesse per Bacco.
 
{{sc|Cecilia}}. De dia! (a) Ghe voi un facchin a portarle. No le porteria gnanca se i me le donasse. (a) Esclamazione, come se si dicesse per Bacco.
{{Pt|</div>}}