Differenze tra le versioni di "Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, IX.djvu/54"

(Alex_brollo: split)
 
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 25%
+
Pagine SAL 75%
Intestazione (non inclusa):Intestazione (non inclusa):
Riga 1: Riga 1:
  +
{{RigaIntestazione|44|''ATTO PRIMO''||s=si}}
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
 
<nowiki />
 
<nowiki />
{{Pt|{{Indentatura}}}}
 
{{Ct|t=1.5|v=1|SCENA XVI.}}
 
Pancrazio solo.
 
Non so che dire, son confuso, son stordito, son fuori di me me-
 
desimo. Non sapeva come introdurmi a chiedergli questo denaro,
 
e casualmente l’ ho preso in parola, e mi girerà i diecimila
 
ducati. Con questi salderò le mie piaghe, e per l’avvenire le-
 
verò il maneggio a mio figlio, e le cose anderanno con più
 
regola, con più direzione. Ah, se mio figlio si mutasse, se mio
 
figlio si assodasse, se potessi ridurre l’ Olandese a questo ma-
 
trimonio, felice me! felice la nostra casa! Voglio andar da
 
mio figlio, e voglio fino pregarlo, che procuri di mettersi in
 
grazia della giovane, e farsi ben volere da suo zio. Eccolo
 
mio figlio : Giacinto, ascolta, vien qui, t’ ho da parlare. Bravo,
 
invece di venire, mi volta le spalle ... Ti troverò, ti arriverò.
 
(parte
 
{{Ct|t=1.5|v=1|SCENA XVII.}}
 
Madamigella Giannina con un libro in mano, e Beatrice.
 
   
 
{{Ct|c=scena|SCENA XVI.}}
  +
{{ct|c=personaggi|Pancrazio ''solo''.}}
  +
Non so che dire, son confuso, son stordito, son fuori di me medesimo. Non sapeva come introdurmi a chiedergli questo denaro, e casualmente l’ho preso in parola, e mi girerà i diecimila ducati. Con questi salderò le mie piaghe, e per l’avvenire leverò il maneggio a mio figlio, e le cose anderanno con più regola, con più direzione. Ah, se mio figlio si mutasse, se mio figlio si assodasse, se potessi ridurre l’Olandese a questo matrimonio, felice me! felice la nostra casa! Voglio andar da mio figlio, e voglio fino pregarlo, che procuri di mettersi in grazia della giovane, e farsi ben volere da suo zio. Eccolo mio figlio: Giacinto, ascolta, vien qui, t’ho da parlare. Bravo, invece di venire, mi volta le spalle ... Ti troverò, ti arriverò. {{Ids|(parte)}}
 
{{Ct|c=scena|SCENA XVII.}}
 
{{ct|c=personaggi|Madamigella Giannina ''con un libro in mano, e'' Beatrice.}}
 
{{sc|Beatrice}}. Voi, madamigella, studiate sempre.
 
{{sc|Beatrice}}. Voi, madamigella, studiate sempre.
   
Riga 25: Riga 12:
 
{{sc|Beatrice}}. Che libro è quello?
 
{{sc|Beatrice}}. Che libro è quello?
   
{{sc|Madamigella}}. La Spettatrice.
+
{{sc|Madamigella}}. La ''Spettatrice''.
   
{{sc|Beatrice}}. Che cosa vuol dire Y aspettatrice ? Una donna che
+
{{sc|Beatrice}}. Che cosa vuol dire l’aspettatrice? Una donna che aspetta?
aspetta ?
 
   
{{sc|Madamigella}}. Oh, perdonatemi ; non vonei sentirvi parlar così.
+
{{sc|Madamigella}}. Oh, perdonatemi; non vonei sentirvi parlar così. La ''Spettatrice'', l’Osservatrice. Una filosofessa che osserva le azioni umane, esamina le passioni, e ragiona con buon criterio sopra vari sistemi del nostro secolo.
La Spettatrice, l’Osservatrice. Una filosofessa che osserva le
 
azioni umane, esamina le passioni, e ragiona con buon criterio
 
sopra vari sistemi del nostro secolo.
 
   
{{sc|Beatrice}}. Come volete ch’ io intenda certe parole, che hanno per
+
{{sc|Beatrice}}. Come volete ch’io intenda certe parole, che hanno per me dell’arabico? Criterio! Che vuol dire criterio?
me dell’ arabico ? Criterio ! Che vuol dire criterio ?
 
   
{{sc|Madamigella}}. Vuol dire discernimento per distinguere il falso
+
{{sc|Madamigella}}. Vuol dire discernimento per distinguere il falso dal vero, il buono dal cattivo, il bene dal male.
dal vero, il buono dal cattivo, il bene dal male.
 
   
 
{{sc|Beatrice}}. Criterio sarà parola olandese.
 
{{sc|Beatrice}}. Criterio sarà parola olandese.
{{Pt|</div>}}
 
Piè di pagina (non incluso)Piè di pagina (non incluso)
Riga 1: Riga 1:
  +
</div>
 
<references/></div>