Differenze tra le versioni di "Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, VII.djvu/267"

nessun oggetto della modifica
(Modifica pagina via js)
 
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
  +
{{Ct|f=130%|v=1|L=5px|L'AUTORE}}
L’AUTORE
 
 
{{Ct|f=160%|v=2|L=5px|A CHI LEGGE<ref>Questa prefazione uscì la piima volta nel t. V dell’ed. Paperini di Firenze, in
  +
principio dell’anno 1754.</ref>.}}
   
 
{{capolettera|C}}HI fa il Poeta Comico per professione, di tutto dovrebbe essere
A CHI LEGGE (•)
 
 
CHI fa il Poeta Comico per professione, di tutto dovrebbe essere
 
 
infarinato. Arti, scienze, professioni, costumi, leggi, nazioni :
 
infarinato. Arti, scienze, professioni, costumi, leggi, nazioni :
 
tutto può essere soggetto di Commedia, o per deridere il vizio, o
 
tutto può essere soggetto di Commedia, o per deridere il vizio, o
Riga 14: Riga 14:
 
se ne dice per averla sentita dire. Quando occorrono, non mancan
 
se ne dice per averla sentita dire. Quando occorrono, non mancan
 
libri ; si dice la sua opinione, senz’obbligo di sostenerla. Circa alle
 
libri ; si dice la sua opinione, senz’obbligo di sostenerla. Circa alle
passioni ognuno, poco più, poco meno, le prova dentro di se. Gli
+
passioni ognuno, poco più, poco meno, le prova dentro di . Gli
 
effetti di queste si vedono alla giornata. Casi ne abbiamo conti-
 
effetti di queste si vedono alla giornata. Casi ne abbiamo conti-
 
nuamente, accidenti nascono da commedia spessissimo. Chi pratica,
 
nuamente, accidenti nascono da commedia spessissimo. Chi pratica,
 
chi osserva, e non è un ceppo, trova gli argomenti a bizzeffe. Io
 
chi osserva, e non è un ceppo, trova gli argomenti a bizzeffe. Io
 
non sono stato mai militare : ho avuto un Zio paterno, che morì
 
non sono stato mai militare : ho avuto un Zio paterno, che morì
Colonnello e Governatore del Finale di Modena (2) ; mio Fratello servì
+
Colonnello e Governatore del Finale di Modena<ref>Alberto Goldoni (1651-1719): v. ''Modena a C. Goldoni'',
 
1907, pp. 130, n. 6, 152-3, n. ''e'' e ''i''.</ref> ; mio Fratello servì
quel Serenissimo Duca in qualità di Tenente (3) ; è mio congiunto
+
quel Serenissimo Duca in qualità di Tenente<ref>Gian Paolo Goldoni (n. 1712): v. C. Borghi,
di sangue il notissimo Capitan Visinoni in Dalmazia (4), ma io sono
 
 
in ''Modena a C. G.'' cit., pp. 131, n. 12; e Loehner, in ''Archivio Veneto'', 1882, t. XXIII.</ref> ; è mio congiunto
 
di sangue il notissimo Capitan Visinoni in Dalmazia<ref>V. ''Mémoires'', specialmente {{Mem|I|XIX|P. I, c. 19.}}</ref>, ma io sono
 
stato sempre amico delle Muse, e niente portato per quella mar-
 
stato sempre amico delle Muse, e niente portato per quella mar-
 
zial fierezza che si chiama valore.
 
zial fierezza che si chiama valore.
Riga 27: Riga 29:
 
Ciò non ostante, in varie occasioni mi son trovato di guerra,
 
Ciò non ostante, in varie occasioni mi son trovato di guerra,
 
nelle quali senza rischio e senza fatica ho potuto in cotal arte eru-
 
nelle quali senza rischio e senza fatica ho potuto in cotal arte eru-
 
(I) Questa prefazione uscì la piima volta nel t. V dell’ed. Paperini di Firenze, in
 
principio dell’anno 1754. (2) Alberto Goldoni (1651-1719): v. Modena a C. Goldoni,
 
1907, pp. 130, n. 6, 152-3, n. e e i. (3) Gian Paolo Goldoni (n. 1712): v. C. Borghi,
 
in Modena a C. G. cit., pp. 131, n. 12; e Loehner, in Archivio Veneto, 1882, t. XXIII.
 
(4) V. Mémoires, specialmente P. I, e. 19.