Differenze tra le versioni di "Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1910, IX.djvu/230"

(Alex_brollo: split)
 
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 25%
+
Pagine SAL 75%
Intestazione (non inclusa):Intestazione (non inclusa):
Riga 1: Riga 1:
  +
{{RigaIntestazione|218|{{Sc|atto primo}}||s=si}}
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
 
<nowiki />
 
<nowiki />
  +
Ha un non so che di estraordinario; ma non per questo mi lascierei innamorare. Per un poco di divertimento, mi fermerei piuttosto con questa che con un’altra. Ma per far all’amore? Per perdere la libertà? Non vi è pericolo. Pazzi, pazzi quelli che s’innamorano delle donne. {{Ids|(parte)}}
{{Pt|{{Indentatura}}}}
 
 
{{Ct|c=scena|SCENA XVII.}}
Ha un non so che di estraordinario; ma non per questo mi
 
 
{{ct|c=scena1|Altra camera di locanda.}}
lascierei innamorare. Per un poco di divertimento, mi fermerei
 
 
{{ct|c=personaggi|Ortensia, Dejanira, Fabrizio.}}
piuttosto con questa che con un’ altra. Ma per far all’ amore ?
 
  +
{{sc|Fabrizio}}. Che restino servite qui, illustrissime. Osservino quest’altra camera. Quella per dormire, e questa per mangiare, per ricevere, per servirsene come comandano.
Per perdere la libertà? Non vi è pericolo. Pazzi, pazzi quelli
 
che s’ innéunorano delle donne. (parte
 
{{Ct|t=1.5|v=1|SCENA XVII.}}
 
Altra camera di locanda.
 
Ortensia, Dejanira, Fabrizio.
 
 
{{sc|Fabrizio}}. Che restino servite qui, illustrissime. Osservino quest’altr
 
camera. Quella per dormire, e questa per mangiare, per ri-
 
cevere, per servirsene come comandano.
 
   
 
{{sc|Ortensia}}. Va bene, va bene. Siete voi padrone, o cameriere.
 
{{sc|Ortensia}}. Va bene, va bene. Siete voi padrone, o cameriere.
Riga 24: Riga 16:
 
{{sc|Fabrizio}}. Illustrissima.
 
{{sc|Fabrizio}}. Illustrissima.
   
{{sc|Ortensia}}. Dite al padrone che venga qui, voglio parlar con lui
+
{{sc|Ortensia}}. Dite al padrone che venga qui, voglio parlar con lui per il trattsunento.
per il trattsunento.
 
 
{{sc|Fabrizio}}. Verrà la padrona; la servo subito. (Chi diamine sa-
 
ranno queste due signore così sole? All’aria, all’abito, paiono
 
dame). (da sé, e parte
 
{{Ct|t=1.5|v=1|SCENA XVIII.}}
 
Dejanira e Ortensia.
 
   
  +
{{sc|Fabrizio}}. Verrà la padrona; la servo subito. (Chi diamine saranno queste due signore così sole? All’aria, all’abito, paiono dame). {{Ids|(da sè, e parte)}}
{{sc|Dejanira}}. Ci dà dell’ illustrissime. Ci ha creduto due dame.
 
 
{{Ct|c=scena|SCENA XVIII.}}
 
{{ct|c=personaggi|Dejanira e Ortensia.}}
 
{{sc|Dejanira}}. Ci dà dell’illustrissime. Ci ha creduto due dame.
   
 
{{sc|Ortensia}}. Bene. Così ci tratterà meglio.
 
{{sc|Ortensia}}. Bene. Così ci tratterà meglio.
Riga 39: Riga 27:
 
{{sc|Dejanira}}. Ma ci farà pagare di più.
 
{{sc|Dejanira}}. Ma ci farà pagare di più.
   
{{sc|Ortensia}}. Eh, circa i conti, avrà da fare con me. Sono degli
+
{{sc|Ortensia}}. Eh, circa i conti, avrà da fare con me. Sono degli anni assai, che cammino il mondo.
anni assai, che cammino il mondo.
 
   
{{sc|Dejanira}}. Non vorrei che con questi titoli entrassimo in qualche
+
{{sc|Dejanira}}. Non vorrei che con questi titoli entrassimo in qualche impegno.
impegno.
 
{{Pt|</div>}}
 
Piè di pagina (non incluso)Piè di pagina (non incluso)
Riga 1: Riga 1:
  +
</div>
 
<references/></div>