Differenze tra le versioni di "Pagina:I Nibelunghi, Hoepli, 1889, I.djvu/216"

Modifica pagina via js
(Xavier121: split)
 
(Modifica pagina via js)
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 25%
+
Pagine SAL 25%
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
 
<poem>
 
<poem>
  +
Avventura Ottava
Teneasi a lato, qual dicea: Chi dunque
 
  +
In che modo Sifrido si recò
È costui che si forte i colpi mena
 
  +
presso
Sovra le imposte? — Là dinanzi il prode
 
  +
Di là ne andava al porto in su l’arena,
Sifrido, allor, mutò la voce e disse:
 
  +
Dove rinvenne il navicel, ravvolto
Un cavalier son io. Deh! voi m’aprite
 
  +
Nella sua cappa eroe Sifrido. Il figlio
Le porte, eh’ io potrei crucciarvi assai
 
  +
Di Sigemundo vi scendea non visto
Oggi qui innanzi, e crucciar chi si giace
 
  +
E ratto indi partia come se vento
Soffice e molle ed ha sue stanze acconce.
 
  +
Dietro soffiasse. Niun vcdea chi fosse
Ebbe disdegno il guardian de le porte,
 
  +
Il nocchier di quel legno, e il navicello
Come Sifrido favellò. Ma intanto
 
  +
Agii scorrea per vigor de la mano
L’armi vestite avea, l’elmo sul capo
 
  +
Sol di Sifrido, chè vigor possente
Erasi posto ardimentoso e fero
 
  +
Era ben quello. Or, chi vcdea, pensava
Il gigante, e quest’ uom gagliardo e forte
 
  +
Che vento impetuoso il navicello
Rapidamente tratto avea lo scudo
 
  +
Spalancando le porte. Oh! com’ ei venne
 
Impetuoso allor contro a Sifrido !
 
Chi dal sonno destar, gridava il fero,
 
Tanti gagliardi osò? — Furono allora
 
Molti rapidi colpi di sua mano,
 
E l’inclito stranier studio ponca
 
In ripararli. Ma d’ un colpo solo
 
1)' una sbarra di ferro a brani attorno
 
 
148 I Nibelunghi
 
 
</poem>
 
</poem>
Piè di pagina (non incluso)Piè di pagina (non incluso)
Riga 1: Riga 1:
   
<references/></div>
+
</div>