Differenze tra le versioni di "Pagina principale/Testo in evidenza"

fino al 13 aprile
(25 marzo e 1 aprile)
(fino al 13 aprile)
[[Pagina principale/Testo in evidenza|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet">Archivio</span>]]
</div><section end=01-04-2018 />
 
== 29 aprile ==
<section begin=29-04-2018 />
* {{Testo|Sulle antiche miniere di Bergamo}}
 
<div style="font-family:Georgia,Times New Roman,Times,serif; text-align:justify">Un giorno della passata estate, all’occasione che ebbi ad accennarvi di una mia gita in valle di Scalve, caduto il discorso sulle miniere di ferro; che fanno il principale prodotto di quella Valle, voi mi chiedeste se e dove si troverebbe negli scrittori delle cose nostre accurata notizia sulle origini e le vicende di questo ramo d’industria, onde avere i dati di utili confronti e deduzioni sulle condizioni in cui attualmente si trova, e sui miglioramenti al quali potrebbe essere avviato. Vi dissi che, se non molte, alcune buone notizie poteansi rinvenire, cosi riferibili ai tempi dei Romani come e anche più a quelli del medio evo; ma trovarsi esse sparse, e doversi racimolare con apposito studia; per poterne cavare un qualche costrutto. Vi soggiunsi trovarsene più particolarmente alcuni saggi in una ''Memoria orografico-mineralogica delle valli di Scalve e di Bondione'' del nostro professor [[Autore:Giovanni Maironi da Ponte|Maironi]], inserita nel tomo IV della Società italiana, e più tardi averne fatto uno special ''Commentario'' il signor [[Autore:Gabriele Rosa|Gabriele Rosa]], pubblicato già nel ''Politecnico, sull’antichità dell’escavazione del ferro in Lombardia''. Nè vi tacqui averne io medesimo ne’ miei scartabelli alcune memorie, che avrei potuto presentarvi quando che fosse, ove aveste creduto potervi tornare di qualche utilità per così fatte ricerche. Ed ora eccomi a soddisfarvi in qualche modo, se non posso bene come vorrei, dicendovi famigliarmente in una lettera ciò che starebbe meglio trattato in una dotta dissertazione.</div>
 
<div class="plainlinks">
[[Sulle antiche miniere di Bergamo|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet mw-ui-progressive">Continua a leggere</span>]]
[[Pagina principale/Testo in evidenza|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet">Archivio</span>]]
</div><section end=29-04-2018 />
 
== 6 maggio ==
<section begin=06-05-2018 />
* {{Testo|Il vero nella matematica}}
 
[[File:Giuseppe Veronese.jpg|70px|right|link=Autore:Giuseppe Veronese]]
 
<div style="font-family:Georgia,Times New Roman,Times,serif; text-align:justify">Signore e Signori,
 
<p>In quest’aula, che religiosamente custodisce le glorie secolari della università nostra, donde intorno a noi si libra lo spirito del [[Autore:Galileo Galilei|Galilei]], che fondò la filosofia della Natura sull’osservazione e sull’esperienza, cercando nelle discipline matematiche il principale strumento delle sue ricerche; in quest’aula, ove per costante tradizione di anno in anno uno dei colleghi è chiamato a rendere omaggio alla scienza, che d’ora in ora accresce la comune dottrina, eleva lo spirito e contribuisce allo svolgimento ordinato e al benessere dell’umanità; io cultore di una scienza, che ebbe qui insigni maestri, mi sento trepidante dinanzi alla maestà della storia di questa nobile scuola nel parlare a Voi intorno al vero nella matematica, alla certezza che è in esso e al suo valore nella scienza pura e nella scienza applicata. Se le mie argomentazioni non possono far vibrare in quest’ora solenne le corde del sentimento e del consenso delle anime vostre, tuttavia compiendo un dovere, oso sperare, signore e signori, nella vostra benevola cortesia.</p></div>
 
<div class="plainlinks">
[[Il vero nella matematica/Discorso|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet mw-ui-progressive">Continua a leggere</span>]]
[[Pagina principale/Testo in evidenza|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet">Archivio</span>]]
</div><section end=06-05-2018 />
 
== 13 maggio ==
<section begin=13-05-2018 />
* {{Testo|Voci di campanili}}
 
[[File:Sofia Bisi Albini.jpg|70px|right|link=Autore:Sofia Bisi Albini]]
 
<div style="font-family:Georgia,Times New Roman,Times,serif; text-align:justify">In una calda e serena mattina del giugno passato, nelle strette vie intorno al Corso, davanti alle finestre spalancate di dove sbattevano tappeti e strofinacci, passarono lentamente, trattenute giù dall’aria pesante, nuvole di denso fumo; passavano come neri uccelli a cui avessero tarpate le ali.
 
<p>Molte teste si sporsero a guardarle, sorprese. Di dove venivano? scendevano dai camini della casa? no, pareva venissero più di lontano, e, trovata la loro via incanalata fra i tetti delle alte case, se ne andassero così a portare per la città, gravi e solenni, la notizia di una sventura già compiuta.</p></div>
 
<div class="plainlinks">
[[Voci di campanili/San Carlo|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet mw-ui-progressive">Continua a leggere</span>]]
[[Pagina principale/Testo in evidenza|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet">Archivio</span>]]
</div><section end=13-05-2018 />
 
== Testi successivi ==
* {{Testo|Sulle antiche miniere di Bergamo}}
* {{Testo|Il vero nella matematica}}
* {{Testo|Voci di campanili}}
* {{Testo|Fior di Sardegna (Madella)|Fior di Sardegna}}
* {{Testo|La Veste d'Amianto}}
2 636

contributi