Differenze tra le versioni di "Wikisource:Testo in evidenza"

11 e 18 marzo
(fino all'11 febbraio)
Etichetta: Sostituito
(11 e 18 marzo)
[[Pagina principale/Testo in evidenza|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet">Archivio</span>]]
</div><section end=11-02-2018 />
 
== 11 marzo ==
<section begin=11-03-2018 />
* {{Testo|La coscienza di Zeno (1930)|La coscienza di Zeno}}
 
[[File:Svevo.jpg|70px|right|link=Autore:Italo Svevo]]
 
<div style="font-family:Georgia,Times New Roman,Times,serif; text-align:justify">Io sono il dottore di cui in questa novella si parla talvolta con parole poco lusinghiere. Chi di psico-analisi s'intende, sa dove piazzare l'antipatia che il paziente mi dedica.
 
<p>Di psico-analisi non parlerò perchè qui dentro se ne parla già a sufficienza. Debbo scusarmi di aver indotto il mio paziente a scrivere la sua autobiografia; gli studiosi di psico-analisi arricceranno il naso a tanta novità. Ma egli era vecchio ed io sperai che in tale rievocazione il suo passato si rinverdisse, che l'autobiografia fosse un buon preludio alla psico-analisi. Oggi ancora la mia idea mi pare buona perchè mi ha dato dei risultati insperati, che sarebbero stati maggiori se il malato sul più bello non si fosse sottratto alla cura truffandomi del frutto della mia lunga paziente analisi di queste memorie.</p></div>
 
<div class="plainlinks">
[[La coscienza di Zeno (1930)/Prefazione|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet mw-ui-progressive">Continua a leggere</span>]]
[[Pagina principale/Testo in evidenza|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet">Archivio</span>]]
</div><section end=11-03-2018 />
 
== 18 marzo ==
<section begin=18-03-2018 />
* {{Testo|Storie incredibili}}
 
[[File:Edgar Allan Poe daguerreotype crop.png|70px|right|link=Autore:Edgar Allan Poe]]
 
<div style="font-family:Georgia,Times New Roman,Times,serif; text-align:justify">Con molto pregievol giudizio è stato detto d’un libro tedesco: — ''Es laesst sich nicht lesen'', non si lascia leggere.
 
Vi sono segreti che non si debbono dire.
 
Vi ha degli uomini che muoiono alla notte nei loro letti, storcendo le mani degli spettri cui si confessano, e intensamente covandoseli con occhio di pietà profonda; — degli uomini che muoiono con la disperazione nel cuore e le convulsioni alla gola in causa dell’orrore dei misteri che non vogliono punto essere disvelati. Ohimè, ohimè! non di rado la umana coscienza sopporta tale fardello di sì penoso orrore, che non le riesce alleggerirsene se non sotto le mute zolle della tomba. E così l’essenza del delitto perdura mistero inesplicabile e profondo.</div>
 
<div class="plainlinks">
[[L'Uomo della folla|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet mw-ui-progressive">Continua a leggere</span>]]
[[Pagina principale/Testo in evidenza|<span class="mw-ui-button mw-ui-quiet">Archivio</span>]]
</div><section end=18-03-2018 />
 
== Testi successivi ==
* https://it.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina_principale%2FSezioni&type=revision&diff=1851799&oldid=1850967
* {{Testo|La coscienza di Zeno (1930)|La coscienza di Zeno}}
* {{Testo|Storie incredibili}}
* https://it.wikisource.org/w/index.php?title=Pagina_principale%2FSezioni&type=revision&diff=1851799&oldid=1850967
<noinclude>[[Categoria:Pagina principale]]</noinclude>
[[fr:Wikisource:Extraits]]
2 645

contributi