Degli uffici (volgarizzamento anonimo): differenze tra le versioni

Porto il SAL a SAL 50%
Nessun oggetto della modifica
(Porto il SAL a SAL 50%)
<section begin="Titolo"/>Degli uffici (volgarizzamento anonimo)<section end="Titolo"/>
<section begin="nome template"/>Intestazione<section end="nome template"/>
<section begin="data"/>1510 marzodicembre 20162017<section end="data"/>
<section begin="avz"/>2550%<section end="avz"/>
<section begin="arg"/>Da definire<section end="arg"/>
</div></onlyinclude><!-- a qui -->{{Qualità|avz=2550%|data=1510 marzodicembre 20162017|arg=Da definire}}{{Intestazione
| Nome e cognome dell'autore = Marco Tullio Cicerone
| Titolo = Degli uffici (volgarizzamento anonimo)
melo quasi di mia ragione.
 
Per Jala qual cosa molto, o Cicerone mio,
 
 
CAPO I.
 
Dell' ufficio, e come si divide.
 
Piaceci adunque, perché ogni disputa
 
tate nella vita, noi conserveremo la con-
venienza e 1l' onestà.
 
 
Capo v.
 
capo v.
 
• L- a « c: ■ jj*,S ’WV» oJib
 
Della Prudenza.
si fa quello che è detto.
 
! ■ X : !\;„'Y; • ('J • . ■ . t • * i % ‘ ( I *!* *
 
CAPO ViliVIII.
 
Due ragioni d'ingiustizia.
 
 
CAPO ITIX.
 
Diverse ragioni cC ingiurie.
 
 
 
Digìtized by Google
 
 
 
 
 
Digitized by Googte
 
 
 
<
 
 
 
 
T
 
 
 
 
Come P ufficio si muta, e non è sempre
Come l'ufficio si muta, e non è sempre
il medesimo.
 
 
 
a
 
 
 
 
 
Mht
 
 
gione del pretore, e alcune per le leggi.
 
" C ^ ' ' «li iV(
 
CAPO XII.
 
 
 
Digitized by Googl
 
 
CAPO XVI.
 
 
•A(| w *i.' i > Vi l . li i ( Jit <■' O J * *1)
 
Della Liberalità.
 
 
• *; 1 1, M ì;
 
Di quinci, come si era proposto, dicasi
 
 
 
j by Coogle
 
 
 
 
O:
 
 
possa fare senza ingiuria.
 
: . ì. ’ . ..! òMoa
 
CAPO. XX.
 
 
 
■a
 
 
 
Digitized by Googlc
 
 
 
 
 
£ iaitized b v Go oglc
 
 
stare quella insino al fondo, sono e furono
occupati.
 
 
CAPO XXIII.
 
 
 
 
Ijy
 
 
 
 
 
*
 
. a-'**.
 
 
 
 
 
* Digitizedk Goo'
 
 
egli era dubbioso di male.
 
• l i. . » : i > e . . ....
 
I * . . »
 
• * ' • ( ' ■ . . i . .
 
.. .. •, . ■ • .. '• «
 
•Pi
 
 
 
.** .
 
 
 
 
i
 
■t
 
 
 
I
 
1
 
4
 
‘ i
 
0*
 
 
 
 
Didjized by Google
 
 
 
• t
 
 
 
66
 
 
non sia pur chiamato.
 
\ .
 
CAPO XXXVII.
 
 
s
 
Che chi punisce non debbasi irare.
fede, e amichevolmente alla vita umana.
 
• * li ft i A 1 ' ' i * ’ V tt I * 1 ' f**\ *1
 
CAPO XLI.
 
 
n, i b i' e ?>lci/p cilob
 
Della Temperanza.
 
 
\ i> ni) \ ..[lumi uiaot
 
E seguita eh' ei si dica di quella parte del-
la forza che non può essere separata dall’o-
nesto : imperocché ciò che si confà è onesto,
e ciò eh’ èch’è onesto si confà.
 
CAPO XLII.
 
 
’ ->
 
Del Decoro.
ma è diviso colla mente e col pensiero.
 
 
t a r . « . •, L > ì é
 
- CAPO XLIU.
 
Doppia dijfinizionediffinizione del decoro •
 
Ma la descrizione sua è doppia. Imperoc-
 
 
 
Digitìzed by Google
 
 
 
 
Digitìzed by Google
 
 
 
 
Digrtized by Google
 
 
 
 
; &S
 
 
cere del corpo, e a quello sono portate con
 
 
\
 
0 -
 
 
Degli uffici de vecchi .
 
 
4 "****■' *, ' .4
 
Ma i vecchi a sé amminuiranno le fatiche
CAPO LUI.
 
 
X ^ < L
 
Degli uffici de magistrati, de privati y
 
 
 
ÌOI
 
CAPO I1V.
 
 
(tu' ' roi> .... -, . ir 1.TI3& ilfc
 
Del decoro circa la bellezza, ordine,
I ed ornato.
 
i • ■* " .
 
UH'ÌU K . / ».
 
Ma perchè quel decoro si conosce in tutti i
 
 
WF
 
 
* l . i V» Ar
 
 
vrebbe trasferire a ogni uso, e governo
 
 
 
 
 
 
£
 
 
 
 
n4
 
della vita. Ma assai sia avere dette queste
cose insino a qui.
 
 
: .'ZI' •. * • <• ••••'>!.• • '
 
CAPO MCI.
 
 
 
Oigfeed by GóOgle
 
 
bono stimare quelli di coloro, i quali dai
 
6
 
 
 
-- - Dlgitized by Google
 
 
1 22
 
mercatanti m< rcatanomercatano quella cosa, la quale
immantinente rivendono : imperocché nien-
te fanno prò, se non è che essi mentiscono;
 
 
%
 
*
 
É»
 
 
 
 
t ■ "
 
I
 
 
 
I
 
 
155

contributi