Differenze tra le versioni di "Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli/Libro I/Capitolo 5"

m
nessun oggetto della modifica
(Nuova pagina: {{Intestazione cristianesimo | Nome e cognome dell'autore =Silvio Antoniano | Titolo =Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli | Iniziale del titolo =E | Nome della pagina pr...)
 
m
| Nome e cognome dell'autore =Silvio Antoniano
| Titolo =Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli
| Iniziale del titolo =ET
| Nome della pagina principale =Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli
| Eventuale titolo della sezione o del capitolo = [[Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli/Libro I|Libro I]] - Capitolo 5
| Abbiamo la versione cartacea a fronte? =
| URL della versione cartacea a fronte =
}}
}}{{capitolo
|CapitoloPrecedente= Capitolo 4
|NomePaginaCapitoloPrecedente= Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli/Libro I/Capitolo 4
|NomePaginaCapitoloSuccessivo= Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli/Libro I/Capitolo 6
}}
 
<div align="center">''QUANTO SIA ACCETTA À DIO LA BUONA EDUCATIONE DE I FIGLIUOLI.''<br/><br/></div>
 
Dalle cose dette di sopra si può molto facilmente inferire per la parte opposta, di quanto bene sia cagione, et quanta lode meriti quel buon padre, il quale ricordevole del grande obligo suo, et amando i figliuoli suoi non meno secondo lo spirito, che secondo la carne, invigila sollecitamente nel governo loro, et procura con ogni studio di allevarli bene; questi veramente accumula à se stesso un pretioso tesoro di consolatione, et di merito nella presente vita, et nella futura; questi ricorrà dolcissimi frutti delle sue fatiche, et la memoria sua sarà in benedittione de i posteri; questi accrescerà di vero honore et nobiltà la casa sua, lasciarà alla patria il più caro pegno d'amore che si possa lasciarli; percioche spesse volte avviene che la bontà, et valore d'un Cittadino solo, è la conservatione, et la salute d'una republica intera; et finalmente costui sarà lodato da gli huomini, et premiato da Dio; quindi leggiamo nella sacra scrittura, il gran Patriarca Abramo essere stato spetialmente commendato da Dio in questa parte del bene allevare i figliuoli, quando dovendo Iddio fare l'horribile castigo sopra Sodoma, et Gomorra, disse in questa sentenza: Come potrò io tener celato ad Abramo quello ch'io son per fare? sapendo io che egli non mancherà di commandare à i suoi figliuoli, et à i descendenti suoi dopo di se, che custodiscano la via di Dio, et facciano il giuditio, et la giustitia, acciò si adempiano le promissioni che Iddio hà fatte. Parimente lo Spirito santo non senza cagione, ci ha lasciato scritto quanta fosse la paterna cura, et sollecitudine di Giobbe, timoroso di continuo che i figliuoli suoi non offendessero Dio. Et altri simili esempii si ritrovano nelle divine lettere, da i quali manifestamente si raccoglie, quanto piace à Dio che i figliuoli si allevino santamente, et quanto gli dispiace il contrario.
 
{{capitolo
|CapitoloPrecedente= Capitolo 4
2 805

contributi