Differenze tra le versioni di "Pagina:Annali overo Croniche di Trento.djvu/185"

 
Intestazione (non inclusa):Intestazione (non inclusa):
Riga 1: Riga 1:
  +
{{RigaIntestazione|{{x-larger|158}}|{{x-larger|Delle Croniche di Trento}}}}
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
  +
te la utenza , tenendo fènno che gli Trentini haurebbon paga- mi] odelli l'uoi tradimenti.
tcfl'efirccedere preifidiòil Cafiello con duplicati prefidii , fioca. doin olrre con gran diligenza, che follero in pronto rumele core necel‘l'uie perrefiflere à qual li voglia impmuilo all'alto, diliribui perrurra la Prouineia ge're armata,& caro ,clle aocadell'ero fiiocellî più afpri, commandò lìal‘l'ero tutti ironu' àqualli vogliaacciden. re , e che conforme richiederebbe il ifogno , adopportuna occa- fione medemi alialireano l'inimieo, ò all'aliu' in ni modove- dino di riburarlo,prohibendo con rneroil sforzo po bile le lcor. rerie z hor flimulaua , ì {degno Contro l'inimico , hormnprernij infiamma gli lor cuori,defiinate oièia,& depolle le ardie per I emura,fece l'eielta d'altri, uali auefl'ero In cullodia e porte , 8: la piazza . Altri fecelopnllanri alle vetrouaglie, della qualevoll'e fra l'altre cole s‘h nuefse la princi al cura,aeciò laCinà per l'alien- nire godcfse ma g ior comodità i grano . Volte parimenre altri fornifsero borreg edi ferro , altri bumfiero balle di piombo , B: altri faccficm carri per ocndure gli Canoni, ò Artigliarie.
 
   
  +
Confil'nili querelle li l'par euano peril Campo , e fantaiiican- do nel lor animo coli: più ab mineuoli, machinatono noua l'eo- leragme , determinarono hoflilmente trattare la n'cca Città di Trento , facchegiarla , e poi folto color: d'el'sere da Trentini fiati traditi, delche l‘paeatamente gli accufauano, mettere il mtm i filma: ferro .
Finalmente mefie in ordinanza tutta la Cirrà , non rralafciando cofa lì orefie dcfidenre ad apparato militare, neeel'sario erdifl fender a Republica . Nelle {quadrepòi li Alemanirran curati lì dauano licentiofarnentc ì giuoehi , e; erapule eonfidati nella. difefa delle fertiflime muraglia - Buffa bene diceuano flj no vi- gilanri quelli, ehctengonoin prefidio il Caliello della Pietra , 8: ched'alro vadin fpiando gli andamenti del nemieofluido voglia. mò potiamo noi ritornare àcala nofira. Publicamenre mormora- uanò,& ii lamentauann,che Fli Trentini,anch'eili lraliani, nemici capirali della narinne Thede ca , flauano con grande defiderio at- rendendola vittoria de Venetiani , che di ciò n'haucuano con elfi loro tenute {cercte praichqehe haueano per ordinefrìdi loro ma- ehinaro,cl're haueano empira la Città di genre armata per condure in rercgl'Alemani , 6: dargli in preda de Veneti , uciò fol'sero da quelli trucidati,che gli Veneziani veniuano àfiioi dife i,volendo li Trentini , che patifchino gran penuria di virouag ie , che coli 1 “mm poco fertile paei‘enon era iiiflìdeme per mantenere rami Ercrciri , ci'ner cola molto malageuole , 6: diflìcile il eondure da lontani paoli il viuere per tanta geme, che Cel'are non vi haueua ben penfato nel prenderla guerra in difl'cfa de Trentini, màche peggio afsai faeeuano medemi dandofi P e: li nemici in preda de nemici : Che vn Efertiro Germano ramo flîridoflaua giorno, e: none in campagna per diffefa della Citrà di Trento, fa ilo più alll inganni de proprij , che de fnraflieri: douerfi 00:33:46- re
 
  +
  +
Dunque dal Campo ril'seran'in vn fipadrone, ritornarono alla Città, oue lontani dalla guerra , come s'hauel'sero à eaforitroua- m ficuro pollo , Be franca ritirata ii dauauo a‘i brindeli , à l'anita‘i , ad Eubriacliezze, àvilla della Città llauano crapulando , l'epolti nel vino,confitmando il giorno , 8€ la notte; non gli maneauano viuande ne delicariintingoli, beueua l'vno , e oi guflam che n'- haueua lo potgeua conforme il lor coltumeal 'altro , qual auan- ti lamelle haueua inu itaca col brin defe, cnfi and auano facendo di man in mano, coli iiauano fmcnricnti della fatica della guerra, hordorrnendo,6t ronfando fra gli piati, hor inganandn il tem- Po menauano inricrclenottiillvarij,Storiofi diicorfi, hordieov uano non i'aper defiderare più grande felicità. che viuere con bi- chieti in mano , e di far la vita loro frà le delitie Trentine . E coro pil! franca , a: ficura (foggiogcuano) eoxnbarere {otto il coperto con gli bellicnni , che vfcir in campa na armati di ferro .
  +
  +
Chiamanana ficondi , 6C bean'g idelitiofi collidel Trentino , che fi buon liquore roduceuano, e: che con tanta cortefia rice- ueueno nel lo: l'eno e genti fotafliete . Mentre coli fichiaui s'eran teli dei yiaecri,andaua a poco poco mancando la vinti militare,”- uocandogli animi dalla guerra alla malignità, erudeltì,dt rapine. l’erilche alcuniCapitani , quali mailèp ero frenarein loro er- uetli Ippetiti, sghiqui penfieri, ma empre vl'arono obe iteì maiuagitì,&vituperofi misfatti, viliflimisi nori delle penetra loro volontà, fiamemauanoil furore delli So dati, determinan- do il giorno nel uale tutti , {entito l'appuniaro legno , andafl'em difeorrendo alla rufca.
  +
  +
Giorgio qual già hauea penetrati gli pEfierieofi nefandide Sol dati , s'anguiliaua grandemente, perche fofl'croà fieftremo pan titoeondotri gli intereili del fuo fiato , e che gli eonueniile temere gli oroprij in cara , non hauendo mmuto l’inimico , fcopre cm:- recoladiflîcile lodare tanto furore, mà aflai più malngcunie re- mediare alla ‘cupidigia , a làxiarela mai {alia ingordigln, peccato
7 125

contributi