Discussioni progetto:Qualità/Archivio/2016: differenze tra le versioni

:::Forse è il momento di riaffrontare la questione, di cui ho parlato anche con i tecnici WMF. Vi ricordate quando Boschetti ci aveva portato i primi testi di Romagnoli che dovevamo rileggere per un suo progetto? Di fatto finì che una persona esterna dovette venire a correggere le bozze e rilesse centinaia di pagina, ''ma solo il testo''. Le pagine non erano formattate per cui non seguirono il normale percorso del SAL, che prevede sempre prima la ''formattazione'' e poi la rilettura.
:::Mi sono convinto che, forse, noi dovremmo avere anche un percorso SAL alternativo, o quantomeno una modalità di segnalare l'azione singola compiuta su Wikisource. Rileggere un testo senza preoccuparsi di formattazione e codici (cosa che, fra l'altro, fa anche Gutenberg) secondo è effettivamente il grado zero dell'aiuto qui su Wikisource, al momento. La formattazione è cosa che necessariamente deve essere fatta da esperti, perchè presuppone una conoscenza dei template: ma sono azioni entrambe indipendenti, possono avvenire prima o dopo l'una dell'altra. Riusciamo a pensare una modalità in cui ''dividiamo'' le azioni e poi le segnaliamo? [[User:Aubrey|Aubrey]] ([[User talk:Aubrey|disc.]]) 10:52, 22 lug 2016 (CEST)
:::: Non è del tutto vero, che "possono avvenire prima o dopo l'una dell'altra". L'aggiunta della formattazione disturba molto la rilettura. Gutemberg (Distributed Proofreaders) ''vieta'' di aggiungere formattazione fino a che il testo non è perfetto, e senza un editor WYSIWYG fa bene a imporlo. Se VE funzionasse come si deve, senza andare in pallone per un banalissimo poem, e senza essere lungo come la quaresima, l'ideale sarebbe usare ''VE per la correzione del testo'' e ''il markup per la formattazione''. Allora sì che le due cose potrebbero essere considerate indipendenti. [[User:Alex brollo|Alex brollo]] ([[User talk:Alex brollo|disc.]]) 16:02, 22 lug 2016 (CEST)
247 929

contributi