Differenze tra le versioni di "Pagina:Svevo - La coscienza di Zeno, Milano 1930.djvu/530"

nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 13: Riga 13:
 
Il caporale era uno slavo che parlava discretamente l’italiano. Gli parve di dover essere brutale in presenza dell’ufficiale e, per indurmi a precederlo nella discesa, mi gridò.
 
Il caporale era uno slavo che parlava discretamente l’italiano. Gli parve di dover essere brutale in presenza dell’ufficiale e, per indurmi a precederlo nella discesa, mi gridò.
   
— Marsch! — Ma quando fummo un po’ più lontani si fece dolce e familiare. Mi domandò se avevo no¬
+
— Marsch! — Ma quando fummo un po’ più lontani si fece dolce e familiare. Mi domandò se avevo {{Pt|no-|}}
33 375

contributi