Differenze tra le versioni di "Pagina:Notizie del bello, dell'antico, e del curioso della città di Napoli.djvu/272"

nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 10: Riga 10:
 
dilucidar questo oscuro punto della storia Napolitana. Pure a dirne
 
dilucidar questo oscuro punto della storia Napolitana. Pure a dirne
 
qualche cosa, ci atterremo al sistema tenuto ne’ più remoti tempi da’ Greci, seguendo le orme de’ più accreditati scrittori, e specialmente
 
qualche cosa, ci atterremo al sistema tenuto ne’ più remoti tempi da’ Greci, seguendo le orme de’ più accreditati scrittori, e specialmente
del {{AutoreCitato|Giovanni Antonio Summonte|Summonte}}, del Tutino, del {{AutoreCitato|Pietro Giannone|Giannone}} e del Frezza, non che del Carletti, del Mazzarella Farao, e di altri ancora.<br />
+
del {{AutoreCitato|Giovanni Antonio Summonte|Summonte}}, del Tutino, del {{AutoreCitato|Pietro Giannone|Giannone}} e del Frezza, non che del Carletti, del {{AutoreCitato|Francesco Mazzarella Farao|Mazzarella Farao}}, e di altri ancora.<br />
  +
{{spazi|3}}Napoli, fin da che prese il nome di Falero, dovette governarsi a somigliaiiza de’ più amichi popoli, che venivan divisi per tribù composte della medesima gente, e per ''Fratrie'' risultanti dalle varie famiglie di una stessa tribù. E perciò Nestore consigliava Agamennone di ordinar le sue milizie dell’Eubea, dell’Acaia, e del
+
{{spazi|3}}Napoli, fin da che prese il nome di Falero, dovette governarsi a somiglianza de’ più amichi popoli, che venivan divisi per tribù composte della medesima gente, e per ''Fratrie'' risultanti dalle varie famiglie di una stessa tribù. E perciò Nestore consigliava Agamennone di ordinar le sue milizie dell’Eubea, dell’Acaia, e del Peloponneso non alla rinfusa, come soleva farsi, ma per ''file'' per
Peloponneso non alla rinfusa, come soleva farsi, ma per ''file'' per
 
 
''Fratrie;'' anzi negli stessi Omerici poemi troviam gli Abanti fondatori
 
''Fratrie;'' anzi negli stessi Omerici poemi troviam gli Abanti fondatori
 
prima di Cuma e poi di Napoli, ed i Rodiani, edificatori di Partenope, essersi divisi in Lindo, Ialiso e Camiro e con quella civile distribuzione governati.<br />
 
prima di Cuma e poi di Napoli, ed i Rodiani, edificatori di Partenope, essersi divisi in Lindo, Ialiso e Camiro e con quella civile distribuzione governati.<br />
{{spazi|3}}Non in altro luogo in tutta l’antichilà si è m^ìi parlato di ''Fra-''</ref>
+
{{spazi|3}}Non in altro luogo in tutta l’antichità si è mai parlato di ''Fra-''</ref>