Differenze tra le versioni di "Nuova Cronica/Libro decimo"

nessun oggetto della modifica
(link)
 
Come papa Giovanni scomunicò Lodovico di Baviera eletto re de’ Romani.
 
Nel detto anno, a dì XIII di luglio, papa Giovanni apo Vignone in Proenza diede ultima sentenzia contra Lodovico dogio di Baviera eletto re de’ Romani, dispognendolo d’ogni benificio di lezione d’imperio, sì come ribello di santa Chiesa, e fautore e sostenitore degli eretici di Milano in Lombardia, e di mastro Gian di Gandone, e di mastro {{AutoreCitato|Marsilio da Padova|Marsilio di Padova}}, grandi maestri in natura e astrolagi, ma di certo eretici in più casi; e comandò che innanzi calen di ottobre prossimo fosse venuto il detto Lodovico personalmente dinanzi da·llui a misericordia, e a·ffare penitenzia del misfatto, o dal termine innanzi procederà contra lui e’ suoi beni, sì come scismatico e eretico.
 
CCLXV
66 349

contributi