Differenze tra le versioni di "Pagina:Catullo e Lesbia.djvu/264"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  4 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m
m
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
 
<section begin="va23" />{{Centrato|LXXVII.}}
 
<section begin="va23" />{{Centrato|LXXVII.}}
{{Centrato|{{Sc|[[Catullo e Lesbia/Traduzione/Parte terza. Riconciliazione/20. A Rufo - LXXVII Ad Rufum|Ad Rufum.]]}}}}
+
{{Centrato|{{Sc|[[Catullo e Lesbia/Traduzione/Parte terza. Riconciliazione/23. A Rufo - LXXVII Ad Rufum|Ad Rufum.]]}}}}
   
   
<poem>{{smaller|Pag. 214.}}{{spazi|10}}{{§|amice|[[Catullo e Lesbia/Traduzione/Parte terza. Riconciliazione/20. A Rufo - LXXVII Ad Rufum#amice|''Rufe, mihi frustra ac nequicquam credite amice.'']]}}</poem>
+
<poem>{{smaller|Pag. 214.}}{{spazi|10}}{{§|amice|[[Catullo e Lesbia/Traduzione/Parte terza. Riconciliazione/23. A Rufo - LXXVII Ad Rufum#amice|''Rufe, mihi frustra ac nequicquam credite amice.'']]}}</poem>
   
 
''Amico'' il codice Veronese; l’Aldina del 1515 ''cognite amico,'' alla barba dei migliori MS che hanno ''credite,'' e con più ragione; perchè, come osserva il {{Ac|Marc-Antoine Muret|Mureto}}, ''quæ cognoscimus semper vera sunt; quæ credimus, plerumque falsa.''
 
''Amico'' il codice Veronese; l’Aldina del 1515 ''cognite amico,'' alla barba dei migliori MS che hanno ''credite,'' e con più ragione; perchè, come osserva il {{Ac|Marc-Antoine Muret|Mureto}}, ''quæ cognoscimus semper vera sunt; quæ credimus, plerumque falsa.''
7 056

contributi