Differenze tra le versioni di "Pagina:Storia delle arti del disegno III.djvu/86"

nessun oggetto della modifica
(→‎Pagine SAL 25%: Creata nuova pagina: {{Pt|no|aprono}} in fuori hanno il vantaggio di non poter essere sforzate così facilmente come le altre; e non occupando spazio nella casa,...)
 
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
{{Pt|no|aprono}} in fuori hanno il vantaggio di non poter essere sforzate così facilmente come le altre; e non occupando spazio nella casa, danno minor incomodo, che quelle che aprono in dentro. Si trovano però degli esempj di porte aperte in dentro: una se ne vede a un tempio rotondo fu di uno de’ più belli bassi-rilievi antichi nella villa Negroni<ref>Ved. Tav. XVIII., e uno presso {{AutoreCitato|Jan Gruter|Grutero}}
+
{{Pt|no|aprono}} in fuori hanno il vantaggio di non poter essere sforzate così facilmente come le altre; e non occupando spazio nella casa, danno minor incomodo, che quelle che si aprono in dentro. Si trovano però degli esempj di porte aperte in dentro: una se ne vede a un tempio rotondo fu di uno de’ più belli bassi-rilievi antichi nella villa Negroni<ref>Ved. Tav. XVIII., e uno presso {{AutoreCitato|Jan Gruter|Grutero}}
 
Tom. I. p. 1 g8., {{AutoreCitato|Jean-Jacques Boissard|Boissard}} par. 3. Tab. 1 z6.
 
Tom. I. p. 1 g8., {{AutoreCitato|Jean-Jacques Boissard|Boissard}} par. 3. Tab. 1 z6.
 
Secondo Plutarco loc. cit. pare che a suo tempo
 
Secondo Plutarco loc. cit. pare che a suo tempo
Riga 42: Riga 42:
 
da Genserico re de’ Goti; ma non cita verun
 
da Genserico re de’ Goti; ma non cita verun
 
antico autore, che ciò racconti. A lui si
 
antico autore, che ciò racconti. A lui si
uni fee l’abate {{AutoreCitato|Rindolfio Venuti|Venuti}} Accur. e succ. descr. topogr.
+
uni fee l’abate {{AutoreCitato|Ridolfino Venuti|Venuti}} Accur. e succ. descr. topogr.
 
di Roma, par. 2. cap. 3. pag. 7?. {{AutoreCitato|Procopio di Cesarea|Procopio}}, il quale riferifee le ruberie di Genserico, non fa parola di quelle porte, come
 
di Roma, par. 2. cap. 3. pag. 7?. {{AutoreCitato|Procopio di Cesarea|Procopio}}, il quale riferifee le ruberie di Genserico, non fa parola di quelle porte, come
 
dirò nella dilTertazione fu le rovine di Roma
 
dirò nella dilTertazione fu le rovine di Roma