Differenze tra le versioni di "Pagina:Alle porte d'Italia.djvu/64"

(Federicor: split)
 
  Cosa significano le icone?  Cosa significano le icone?
-
Pagine SAL 25%
+
Pagine SAL 75%
Intestazione (non inclusa):Intestazione (non inclusa):
Riga 1: Riga 1:
  +
{{RigaIntestazione|50|{{Sc|alle porte d’italia}}||riga=si}}
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
fortuna che m’annunziava la lettera, d’un mio amico di Parigi. Il maggiore De Beaulieu era discendente in diretta linea di quel valoroso De Beaulieu che aveva governato e difeso il forte di Santa Brigida durante l’assedio famoso di Pinerolo del 1693. Io n’avevo letto e ammirato le gesta la settimana prima. — Il maggiore, diceva la lettera, passando di Torino per tornare in Francia, si reca a Pinerolo a visitare i luoghi dove combattè il suo antenato. —
+
fortuna che m’annunziava la lettera, d’un mio amico di Parigi. Il maggiore De Beaulieu era discendente in diretta linea di quel valoroso De Beaulieu che aveva governato e difeso il forte di Santa Brigida durante l’assedio famoso di Pinerolo del 1693. Io n’avevo letto e ammirato le gesta la settimana prima. — Il maggiore, diceva la lettera, passando di Torino per tornare in Francia, si reca a Pinerolo a visitare i luoghi dove combattè il suo antenato. —
   
Figuratevi! ruzzolai le scale. E mi trovai davanti un bell’uomo sui trentacinque anni, biondissimo, d’una corporatura asciutta di cavallerizzo, vestito da viaggiatore, con eleganza. La voce me lo rese immediatamente simpatico. Aveva combattuto a Sédan, luogotenente d’artiglieria, nel corpo del generale Wimpffen; era stato due anni in Africa; non parlava, ma capiva l’italiano.
+
Figuratevi! ruzzolai le scale. E mi trovai davanti un bell’uomo sui trentacinque anni, biondissimo, d’una corporatura asciutta di cavallerizzo, vestito da viaggiatore, con eleganza. La voce me lo rese immediatamente simpatico. Aveva combattuto a {{Sic|Sèdan}}, luogotenente d’artiglieria, nel corpo del generale Wimpffen; era stato due anni in Africa; non parlava, ma capiva l’italiano.
   
— ''Mais, c’est très beau ici!'' — disse dopo le prime parole, accennando i monti. — Intendo assai bene ora come il conte di Tessé si sia difeso accanitamente. Doveva rincrescer molto a lui e a tutti i Francesi di sloggiare di qua. — Aveva già fatto un giro per Pinerolo, col piano della città forte fra le mani, ed era contento d’aver ritrovato fin dai primi passi l’edifizio dell’antico arsenale.
+
— ''Mais, c’est très beau ici!'' — disse dopo le prime parole, accennando i monti. — Intendo assai bene ora come il conte di {{Sic|Tessè}} si sia difeso accanitamente. Doveva rincrescer molto a lui e a tutti i Francesi di sloggiare di qua. — Aveva già fatto un giro per Pinerolo, col piano della città forte fra le mani, ed era contento d’aver ritrovato fin dai primi passi l’edifizio dell’antico arsenale.
   
 
— Dunque io vi debbo fare da cicerone? — gli dissi. — Badate che non sono in grado d’insegnarvi altro che la strada.
 
— Dunque io vi debbo fare da cicerone? — gli dissi. — Badate che non sono in grado d’insegnarvi altro che la strada.