Differenze tra le versioni di "Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/274"

m
Bot: template SAL
 
m (Bot: template SAL)
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 5: Riga 5:
 
In questo singolare andamento saltuario non possiamo più riconoscere la forza lenta ma irresistibile delle condizioni naturali, quale si manifesta nella non interrotta diminuzione del peso dei sesterzii leggieri: vi dobbiamo ravvisare invece un effetto artificiale, che dev’essere la conseguenza di procedimenti, i quali non hanno nulla a che fare collo sviluppo naturale della monetazione.
 
In questo singolare andamento saltuario non possiamo più riconoscere la forza lenta ma irresistibile delle condizioni naturali, quale si manifesta nella non interrotta diminuzione del peso dei sesterzii leggieri: vi dobbiamo ravvisare invece un effetto artificiale, che dev’essere la conseguenza di procedimenti, i quali non hanno nulla a che fare collo sviluppo naturale della monetazione.
   
Allo stesso risultato si giunge se si considera il numero e l’eccedenza di peso delle monete pesanti. Se la loro formazione fosse stata in uno stretto rapporto colla monetazione, avrebbero dovuto scemare di numero e di peso dopo Severo Alessandro; sarebbe stata una conseguenza naturale<span class="SAL">274,3,Carlomorino</span>
+
Allo stesso risultato si giunge se si considera il numero e l’eccedenza di peso delle monete pesanti. Se la loro formazione fosse stata in uno stretto rapporto colla monetazione, avrebbero dovuto scemare di numero e di peso dopo Severo Alessandro; sarebbe stata una conseguenza naturale{{SAL|274|3|Carlomorino}}
345 235

contributi