Apri il menu principale

Sebben delusa dalla steril terra

Francesco Maria Gasparri

S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Sebben delusa dalla steril terra Intestazione 28 settembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Maria Gasparri


[p. 198 modifica]

III


Sebben delusa dalla steril terra
     Fu spesso del cultor l’aspra fatica,
     Pur ei nel crudo suol con mano amica
     Le speranze dell’anno asconde e serra.
5Il ferito Guerrier giura ch’in guerra
     Mai più non cingerà spada o lorica,
     Indi posta in obblìo la piaga antica,
     Ritorna in campo, e il prisco brando afferra,
Detesta i flutti in cui si vede assorto,
     10Il naufrago Nocchier, ma riede poi
     Securo in Mar, nè più si volge al porto.
Torna ogn’uom agli studi, e agli amor suoi.
     Tal’io, benchè quasi trafitto e morto,
     Dico fuggirvi, o Filli, e torno a Voi.