Apri il menu principale

R.D. 21 ottobre 1926, n. 1890 - Soppressione di 94 circondari e ricostituzione di quello di Tolmino

Regno d'Italia

1926 R diritto diritto R.D. 21 ottobre 1926, n. 1890 Intestazione 24 aprile 2013 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
Soppressione di 94 circondari e ricostituzione di quello di Tolmino
1926
G.U. di pubblicazione: 15 novembre 1926, n. 263



PER GRAZIA DI DIO E PER VOLONTÀ DELLA NAZIONE

RE D’ITALIA


Vista la legge comunale e provinciale, testo unico approvato con R. decreto 4 febbraio 1915, n. 148, nonchè il R. decreto 30 dicembre 1923, n. 2839;
Udito il Consiglio dei Ministri;
Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato per gli affari dell’interno;
Abbiamo decretato e decretiamo:

Art. 1.

Sono soppressi i circondari di Abbiategrasso (Milano), Acireale (Catania), Acqui (Alessandria), Adria (Rovigo), Alba (Cuneo), Albenga (Genova), Altamura (Bari), Ariano (Avellino), Asiago (Vicenza), Asti (Alessandria), Biella (Novara), Borgo San Donnino (Parma), Borgotaro (Parma), Bovino (Foggia), Camerino (Macerata), Campagna (Salerno), Casale Monferrato (Alessandria), Casalmaggiore (Cremona), Casoria (Napoli), Castellammare di Stabia (Napoli), Castelnuovo di Garfagnana (Lucca), Cento (Ferrara), Cerreto (Benevento), Cesena (Forlì), Chiari (Brescia), Chiavari (Genova), Chioggia (Venezia), Cittaducale (Aquila), Cividale (Udine), Cles (Trento), Clusone (Bergamo), Comacchio (Ferrara), Crema (Cremona), Domodossola (Novara), Faenza (Ravenna), Feltre (Belluno), Fermo (Ascoli Piceno), Gallarate (Milano), Gallipoli (Lecce), Gradisca (Udine), Guastalla (Reggio Emilia), Idria (Udine), Imola (Bologna), Isernia (Campobasso), Ivrea (Torino), Lanciano (Chieti), Larino (Campobasso), Lecco (Como), Lodi (Milano), Lugo (Ravenna), Mazzara del Vallo (Trapani), Mirandola (Modena), Montepulciano (Siena), Mondovì (Cuneo), Monza (Milano), Mortara (Pavia), Nola (Caserta), Novi Ligure (Alessandria), Pallanza (Novara), Pavullo (Modena), Penne (Teramo), Piedimonte d’Alife (Caserta), Pinerolo (Torino), Pontremoli (Massa), Pordenone (Udine), Pozzuoli (Napoli), Rimini (Forlì), Riva (Trento), Rocca San Casciano (Forlì), Rovereto (Trento), Salò (Brescia), Saluzzo (Cuneo), San Bartolomeo in Galdo (Benevento), San Remo (Imperia), San Severo (Foggia), Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino), Sulmona (Aquila), Susa (Torino), Termini Imerese (Palermo), Tione (Trento), Tolmezzo (Udine), Tortona (Alessandria), Treviglio (Bergamo), Urbino (Pesaro), Vallo della Lucania (Salerno), Varallo (Novara), Varese (Como), Vasto (Chieti), Velletri (Roma), Vercelli (Novara), Vergato (Bologna), Verolanuova (Brescia), Voghera (Pavia), Volosca-Abbazia (Fiume).

Art. 2.

Salvo quanto dispongono i successivi articoli, i Comuni appartenenti ai circondari soppressi sono aggregati al circondario del capoluogo della rispettiva Provincia.

Art. 3.

I Comuni componenti il circondario di Albenga (Genova) sono aggregati a quello di Savona.

Art. 4.

I comuni di Borgocollefegato e Pescorocchiano del soppresso circondario di Cittaducale (Aquila), sono aggregati al circondario di Avezzano.

Art. 5.

I comuni di Alia, Aliminusa, Caltavuturo, Cerda, Montemaggiore Belsito, Roccapalumba, Sciara, Sclafani e Valledolmo, del soppresso circondario di Termini Imerese (Palermo), sono aggregati al circondario di Cefalù.

Art. 6.

È ricostituito nella provincia del Friuli il circondario di Tolmino, con i comuni del soppresso circondario di Idria, con i comuni di Gracova-Serravalle, Paniqua, Santa Lucia di Tolmino, Tolmino e Volzana, staccati dal circondario di Gorizia, e con i seguenti Comuni del soppresso circondario di Cividale: Bergogna, Bretto, Caporetto, Creda, Dresenza, Idresca d’Isonzo, Libussina, Luico, Oltresonzia, Plezzo, Saga, Sedula, Serpenizza, Sonzia, Ternova d’Isonzo e Trenta d’Isonzo.
Sono aggregati al circondario di Gorizia i Comuni del soppresso circondario di Gradisca.

Ordiniamo che il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sia inserto nella raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti del Regno d’Italia, mandando a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

Dato a San Rossore, addì 21 ottobre 1926.

VITTORIO EMANUELE.

MUSSOLINI — FEDERZONI.

Visto, il Guardasigilli: ROCCO.
Registrato alla Corte dei conti, addì 12 novembre 1926.
Atti del Governo, registro 254, foglio 82. — COOP