Pagina:Tragedie di Euripide (Romagnoli) V.djvu/60


ELETTRA 57

tessuto panni, e come dunque Oreste,
ch’era allora fanciullo, indosserebbe
lo stesso manto? A meno che non crescano
i panni insieme al corpo. No. La cosa
andò cosí: quel riccio lo depose
per pietà, sopra la tomba, un qualche
vïatore. Se pur, da questa terra
egli non ebbe indagatori...
VECCHIO
                                             E dove
sono i foresti? Io vorrei pur vederli,
notizie a lor di tuo fratello chiedere.
ELETTRA
Eccoli: a pie’ veloce escon di casa.
VECCHIO
Nobili certo; ma non è tutt’oro
quel che riluce: molti sono nobili
e tristi. Eppure,
volgendosi ai due giovani
                                     benvenuti gli ospiti!
ORESTE
Salute o vecchio! — E questo antico rudere
d’uomo, di dove mai ti giunge, Elettra?

Appena veduto Oreste, il vecchio rimane colpito. Poi durante
le battute seguenti, non ristà dal guardarlo, girandogli anche
intorno, per esaminarlo bene da ogni parte.