Pagina:Tragedie di Euripide (Romagnoli) II.djvu/151


Tragedie di Euripide (Romagnoli) II-0151.png

PEANA FUNEBRE


primo corifeo

Strofe
O figlia di Pelio,
ti siano gradita dimora le tènebre inferne.
E sappia Ade, il Nume che negre ha le chiome,
e il vecchio che i morti conduce,
al remo seduto e al timone,
che mai d’Acheronte
sovressa la morta palude,
mai donna piú degna
recò sul bireme battello.

secondo corifeo

Antistrofe
Te molto i poeti
diran su l'alpestre settemplice lira9, con gl’inni, diran senza lira, nei giorni che riede
a Sparta la vece del mese
carnèo10, fulgendo alta la luna