Pagina:Schiaparelli - Scritti della astronomia antica, 1926.djvu/201

190 rubra cunicula

terio principale se non esclusivo1. Ciò ammesso, non è possibile negare una speciale attenzione al fatto, che delle sei stelle considerate Sirio è quella a cui si assegna minor affinità con Marte e la massima con Giove; e non si può dissimulare, esser questo fatto molto favorevole all’idea che all’epoca di Tolomeo il colore di Sirio fosse più vicino al colore di Giove che a quello di Marte.

  1. Questo criterio è enunziato a dir vero mollo chiaramente da Tolomeo, non però a proposito delle stelle fisse, ma a proposito, dei pronostici che si possono trarre dai colori osservati nelle eclissi, negli aloni, nelle aurore polari, ed in tutte le luci meteoriche osservate in cielo. «Quando queste luci sono fosche o pallide (μέλανα ἢ ὑπόχλωρα), significano quello che si disse della natura di Saturno. Se son bianche (λευκὰ) hanno la natura di Giove. Se rosse (ὑπόκιῤῥα), hanno la natura di Marte. Se gialle (ξανθὰ) hanno la natura di Venere. Se di vario colore (ποικίλα), hanno la natura di Mercurio» (Tetrabiblo, libro II, p. 23 dell’edizione di Norimberga). Affinché si veda con qual grado di consistenza tale criterio del colore è stato applicato da Tolomeo nell’assimilare la natura delle stelle a quella di certi pianeti, pongo nella seguente tabella una lista di stelle di decisa colorazione data da Maedler nella sua Astronomia (4a edizione § 207): accanto alla quale è segnato in corrispondenza di ogni stella il nome del pianeta o dei pianeti a cui Tolomeo ha assimilato la natura di ciascuna stella. Nella lista ho aggiunto Antares, omesso da Maedler.

    Nome delle stelle

    Colore secondo i moderni

    Pianeti a cui Tolomeo assimila le stelle

    Sirio bianco Giove, un po’ di Marte
    Lira bianco Venere e Mercurio
    Deneb bianco Venere e Mercurio
    Regolo bianco Giove e Marte
    Spica bianco Venere e Marte
    Castore verdastro Mercurio
    Polare giallo Saturno e Venere
    Capra giallo Marte e Mercurio
    Aquila giallo Marte e Giove
    Arturo rosso-giallo Marte e Giove
    Antares rosso Marte, un po’ di Giove
    Aldebaran rosso Marte
    Beteigeuze rosso Marte
    Polluce rossastro Marte

    Il risultato della comparazione è manifesto: tutte le stelle decisamente rosse hanno per elemento esclusivo, o almeno predominante la natura di Marte; il quale in alcune altre stelle entra bensì come componente, non mai però come elemento principale.