Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1858, I-II.djvu/324


atto secondo 313

a fiducia che in lui pone Otello non debba un giorno riuscirgli funesta per questo suo difetto. Che ne dite?

Mont. Ma di frequente s’inebbria egli così?

Jago. Quasi tutte le notti. E’ vedrebbe senza chiuder occhio l’indice dell’orologio percorrer due volte il suo corso, se il suo letto non fosse cullato dall’ubbriachezza.

Mont. Sarebbe bene avvertirne il generale. Forse egli non si avvede che delle virtù di Cassio, e chiude gli occhi sopra i suoi difetti. Non dico io il vero?     (entra Rodrigo)

Jago. (a parte) Come qui, Rodrigo? Ite, ve ne prego, sull’orme del luogotenente; ite.     (Rodrigo esce)

Mont. Ed è a commiserarsi che il nobile Moro commetta posto sì importante, come quello di suo luogotenente, ad un uomo soggetto a sì vergognosa debolezza. Egregia azione sarebbe lo istruirne Otello.

Jago. Io nol farei per tutta questa bella isola. Amo Cassio assai; e darei molto per guarirlo da tale infermità. — Ma che romore è questo? Ascoltiamo. (S’ode gridare: Soccorso! soccorso. Rientra Cassio inseguendo Rodrigo).

Cass. Tu sei un vile! uno scellerato!

Mont. Che fu, luogotenente?

Cass. Un malandrino...! insegnarmi il mio dovere! Vo’ frangerlo in pezzi come una bottiglia.

Rodr. Levi la mano!...

Cass. Che dici, miserabile?     (percuotendolo)

Mont. (frapponendosi) No, buon luogotenente, ve ne prego;. signore, fermatevi.

Cass. Lasciatemi; o vi pentirete di non averlo fatto.

Mont. Via, via, siete ubbriaco!

Cass. Ubbriaco!

Jago. (in disparte a Rodrigo, che quindi corre via) Presto! uscite! gridate alla sommossa! — No, buon luogotenente!..... oimè! oimè! signori..... aiuto!... oh!..... luogotenente!..... Montano!..... valorosi gentiluomini!.... soccorso!..... olà!..... bella guardia è cotesta!..... (la campana suona a stormo) Oh! udite qual romore?... La città insorgerà!... Per amor di Dio, luogotenente; volete coprirvi di vergogna per sempre?

(Entra Otello con seguito)

Ot. Che è questo?

Mont. Il mio sangue sgorga..... sono mortalmente ferito..... ma ei pure morirà!

Ot. Per le vite vostre! fermatevi.